Perché è cosi importante saper “performare”?

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Lo scopriranno studenti e docenti del Malignani di Udine al seminario “Human Factor e Top Performance”, che si terrà venerdì 25 ottobre 2019 nell’aula magna dell’Istituto di via Leonardo da Vinci, in due momenti diversi, 9:00 - 11:00 per gli studenti, 15:00 – 17:00 per i docenti. Il Comandante Gianluigi Zanovello, titolare di un’esperienza pluriennale nelle Frecce Tricolori, nel Reparto Sperimentale Volo dell’Aeronautica Militare e nel mondo dell’Aviazione Civile, illustrerà da cosa dipendono i risultati della condotta personale in ambito professionale, scolastico, privato e quali sono gli ambiti dove è essenziale avere delle performance ottimali. Alla luce della sua esperienza nell’ambito del Crew Resource Management spiegherà come i risultati verificabili e più concreti sono quelli dei processi che mettono l’uomo al centro. «Ben venga la tecnologia, assolutamente indispensabile ed essenziale, così come i suoi frutti digitali ed elettronici, i big data, le intelligenze artificiali, l’impresa 4.0.» anticipa il Comandante, «La competenza tecnica, come è stato in passato è, e rimane, bagaglio essenziale per un professionista moderno e sensibile ai continui cambiamenti che questo secolo produce con velocità e progressioni sempre maggiori.». Emerge, con sempre maggior importanza e inevitabilità, il fatto che il professionista moderno deve anche possedere tutta una serie di conoscenze e competenze che, complementari a quelle tradizionali, possano garantire lo sfruttamento delle potenzialità peculiari dell’essere umano, cioè la capacità di resistere, adattarsi e rispondere alle grandi sfide del XXI secolo. Queste competenze, denominate “Non Tecniche”, proprio per differenziarle da quelle squisitamente “Tecniche”, includono le capacità che consentono sinergie e razionalizzazioni, capacità di comunicare, di ottimizzare i processi, perfino superare le limitazioni umane. Il seminario è un invito a riflettere sulla concreta possibilità che professionisti, anche di settori e specialità diverse permettano di raggiungere risultati e obiettivi di grande rilevanza unendo le forze e condividendo gli sforzi. Lavorare in team richiede determinazione, impegno, tanta formazione e una buona dose di sacrificio. Il Teamwork non è facile né naturale da attuare ma, coloro che ci riescono, possono raggiungere mete altrimenti negate. Per il futuro della nostra società assume quindi un’enorme importanza la didattica che precede l’ingresso dei ragazzi nel mondo lavorativo e il ruolo degli insegnanti nel diffondere e applicare i concetti di Teamwork, cioè di Leadership, di Followership, di Autorità, come è determinante presentarne agli studenti esempi e risultati concreti. In questo quadro, nella considerazione che l’arena formativa mondiale si sta orientando già da molti anni nella direzione del lavoro in Gruppo, diventa importante possedere in maniera chiara le basi di ciò che si può considerare lavorare in Team. Questo l’obiettivo dell’ Associazione Aeronautici del Malignani nell’organizzare una conferenza per la trattazione di queste problematiche.

Torna su
UdineToday è in caricamento