Al Caffé del Venerdì due icone sportive del Friuli nel mondo, Manuela e Giorgio di Centa

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 27/10/2017 al 27/10/2017
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Dopo la bellissima puntata “Speciale Novecento” incentrata sulla “Leggenda del Pianista sull’Oceano” lo scorso 6 ottobre, continua con molto interesse e seguito di pubblico il ricco palinsesto 2017-2018 de “Il Caffè del Venerdì’ “, giunto ormai alla undicesima serata. Ospiti, questa volta,venerdì 27 ottobre 2017, dei tre garçons ideatori Marcello Nobile il Filosofo ristretto, Roberto Spadaccini il Managèr corretto e Marco Spadaccini il Letterato Lungo, saranno i fratelli campioni olimpionici Manuela e Giorgio di Centa, vere bandiere ed icone sportive del nostro Friuli nel mondo.

Manuela, nata a Paluzza, dirigente sportiva, campionessa olimpica di sci di fondo alle XVII Olimpiadi invernali di Lillehammer 1994, dove ha vinto ben cinque medaglie: due oro (nella 15 e nella 30 km), due argenti (nella 5 km e nell'inseguimento) e un bronzo (nella staffetta), ha partecipato ad altre quattro edizioni dei Giochi invernali (1984, 1988, 1992, 1998), vincendo altri due bronzi. Ai Mondiali ha conquistato quattro medaglie d'argento e tre bronzi. Nel 2003, dopo essersi avvicinata all'alpinismo, è stata la prima italiana a scalare la cima dell'Everest, utilizzando bombole di ossigeno. Come dirigente sportivo ha ricoperto numerose cariche nel CONI ed anche nel CIO (Comitato Olimpico Internazionale). È stata eletta alla Camera dei Deputati nella XV e nella XVI legislatura (2006/2013) e ha condotto programmi televisivi in RAI e canali privati.

Non da meno il fratello Giorgio, che ha iniziato a praticare lo sci di fondo in giovane età, assieme al fratello Andrea e alla sorella Manuela. In Coppa del Mondo ha esordito l'11 dicembre 1993 nella 30 km a tecnica classica di Santa Caterina di Valfurva. In gare individuali ha ottenuto la prima vittoria il 5 febbraio 2010 nella 15 km a tecnica libera di Canmore, davanti al connazionale Pietro Piller Cotter. Già detentore di 25 ori nei campionati italiani dello Sci Di Fondo , in carriera ha ottenuto nella Coppa del mondo 27 Podi con 6 vittorie, ha preso parte a dieci Campionati mondiali, vincendo quattro medaglie, ed infine ha partecipato a cinque edizioni dei Giochi olimpici invernali, Nagano 1998, Salt Lake City 2002 (argento 2º nella staffetta), Torino 2006 (oro olimpico 1º nella 50 km, 1º nella staffetta), Vancouver 2010 e Soči 2014 , ottenendo dunque 3 prestigiosissime medaglie. Ha dato l’addio alle gare proprio quest’anno, alla veneranda età di 45 anni.

I due campioni si racconteranno al pubblico, omaggiando anche la storia e la provenienza da un’intera famiglia di grandi sportivi. Interverranno sul palco , infatti, quali ospiti d’eccezione, anche il fratello maggiore Andrea Di Centa, attuale Presidente dell’Unione Sportiva Aldo Moro di Paluzza, istituzione molto importante e conosciuta da oltre 60 anni sul territorio friulano per l’organizzazione di una lunga serie di corsi di sport montani quali sci, sci-alpinismo, corse di alta montagna (sky-running), sci nordico, orientamento, corsa campestre, e vari importanti eventi legati a tali attività, nonché il padre Gaetano di Centa, primigenio fondatore dell’Unione Sportiva.

La serata sarà, pertanto, incentrata su temi molto importanti e di notevole attualità, legati ai valori dello sport, dell’amore per la natura, della famiglia, e della capacità nel raggiungimento di grandi obiettivi e traguardi sportivi, prima del consueto sketch finale.

Conformemente, poi, al tipico stile eclettico del salotto culturale, durante l’intervista dei garçons la serata sarà impreziosita da bellissimi momenti musicali, interpretati dal fisarmonicista Pasqualino Petris, diplomato al conservatorio di Trieste, vincitore di numerosi concorsi internazionali, famoso nel mondo dopo una carriera lunga oltre 50 anni, e vincitore del “Moret d’aur”, un premio molto ambito da tutti gli artisti del Friuli. Spazio, poi, verrà dato alle letture poetiche a tema da parte dell’attore del Caffè Francesco Cevaro.

Continua, poi, all’interno del Caffè l’iniziativa dei “Chicchi della Solidarietà”, progetto che si prefigge lo scopo di raccogliere fondi a scopi di beneficenza, che in questa occasione devolverà il ricavato della serata all’associazione “ANDOS – Associazione Nazionale Donne Operate al Seno – Sezione di Udine”, diretta dalla Presidentessa Sonia Piller Roner, che, presente in Sala, interverrà nel corso della serata.

Il foyer della Sala Comelli, infine, sarà come sempre abbellito prima dello spettacolo dalla personal chef Clara Zamparo che accoglierà il pubblico con una serie di piccole e accattivanti sorprese (caffè e dolcetti e decorazioni a tema).

Tutto lo staff del Caffè sarà lieto di accogliervi insieme a Manuela e Giorgio Di Centa, questo prossimo venerdì 27 settembre alle 20.45, presso la Sala Comelli di Viale Volontari della Libertà, 61, Udine.

Tutte le iniziative de “Il Caffè del Venerdì” possono essere seguite in Facebook nella Pagina “Il Caffè del Venerdì’ https://www.facebook.com/caffedelvenerdi/ e nel Sito Internet www.ilcaffedelvenerdi.it.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Friuli Doc 2019: il programma completo e tutto quello che c'è da sapere sulla 25esima edizione

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 12 al 15 settembre 2019
  • Udinestate 2019, il programma completo di tutti gli eventi

    • fino a domani
    • dal 7 giugno al 15 settembre 2019
  • I“Maestri” in mostra a Illegio 

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
  • A Illegio è l'anno dei "Maestri": c'è anche Picasso

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
    • Casa delle esposizioni
Torna su
UdineToday è in caricamento