La sagra di Godia si prepara al secondo weekend

Dopo un ricco fine settimana d’apertura, si riparte giovedì con la serata dedicata ai giovani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Archiviato un primo fine settimana che ha registrato un’ottima risposta di pubblico, tra stand sempre affollati e ampia partecipazione agli eventi, la Sagra di Godia riparte giovedì 31 agosto per il secondo fine settimana di festeggiamenti. Anche quest’anno, dato l’apprezzamento della novità introdotta per l’edizione 2016, si riparte con una serata “extra” dedicata ai giovani – ma aperta naturalmente a tutti: giovedì 31 DJ Puppo di Night Up Staff, a partire dalle 20, intratterrà i presenti con musica anni 90-2000 (apertura stand alle 19). Venerdì 20 il palco sarà invece dedicato ad un gruppo che può ormai essere definito ospite affezionato della Sagra, Quella mezza sporca dozzina, in scena dalle 21; così come ritorna, sabato alle 20.30, l’orchestra Stefano e i Nevada. Cuore del fine settimana sarà anche questa volta la giornata di domenica: alla messa delle 10.30 in onore del patrono S. Antonio seguirà la processione accompagnata dalla Filarmonica di Povoletto, che terrà un piccolo concerto al termine. Per i più piccoli – ma non solo – tornerà a partire dalle 11.30 Stefi la truccabimbi, che animerà la mattinata con colori e pennelli; mentre alle 18 l’Asd Victoria Danze coinvolgerà il pubblico con un’esibizione di ballo. L’onore di chiudere il cartellone musicale è riservato quest’anno agli Acoustic Duo, a partire dalle 20.30. Sempre aperte durante gli orari di Sagra la pesca gastronomica, che vede quest’anno un montepremi particolarmente ricco offerto da eccellenze quali Tosolini, il Mulino di Godia, Giordano Ciani e il salumificio Zahre. Tutta da visitare poi la mostra fotografica sulle latterie turnarie friulane, ad opera del Circolo fotografico “L’obiettivo” di Pasian di Prato, che ci svela questo pezzo di storia del Friuli che va scomparendo; così come lo spazio espositivo curato dall’Oreficeria Mazzola, quello dedicato ai laboratori artistici, e il tradizionale laboratorio di ceramica “Ceramichiamo”. Da ricordare, oltre alla consueta offerta gastronomica, quella di birre artigianali e di quelle prodotte da piccoli birrifici: a Godia è infatti possibile degustare le creazioni di eccellenze brassicole friulane come Zahre, Foglie d’Erba, Garlatti Costa, Antica Contea, a cui si aggiungerà questa settimana il Birrificio Campestre; e anche alcune provenienti da altre zone d’Italia, come Birra Perugia e il Birrificio del Ducato, più come new entry della settimana il birrificio Opperbacco. «Tanto impegno e tanto lavoro sta dando i suoi frutti – osserva don Olivo Bottos,parroco di Godia e Beivars e presidente pro tempore della Sagra – e mi auguro che questo abbia continuità non solo per il secondo fine settimana di festeggiamenti, ma anche per gli anni a venire. Perché l’amicizia, la collaborazione e la stima che questa Sagra costruisce e che in questa Sagra di respirano sono il collante che tiene insieme la comunità». La Sagra di Godia vi aspetta quindi di nuovo il prossimo fine settimana, da giovedì 31 agosto a domenica 3 settembre (il giovedì dalle 19, il venerdì e il sabato dalle 17, la domenica dalle 10, con cucina chiusa dalle 15 alle 17). Contatti: www.sagradigodia.it mail info@sagradigodia.it Seguici anche su Facebook http://it-it.facebook.com/sagradigodia

Torna su
UdineToday è in caricamento