L'istituto comprensivo "Tina Modotti" fa rivivere l’antico carnevale di Orsaria

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Giovedì 8 febbraio 2018 si rinnova lo storico Carnevale di Orsaria. Le Mascherate di carnevale di questo paesino pare risalgano al Seicento, sono sicuramente documentate dalla seconda metà dell’’800 e descritte con precisione negli anni Venti e Trenta. L'argomento veniva ispirato dalle vicende locali e da fatti internazionali che gli attori interpretavano in chiave o umoristica o satirica. L’ultima grande sfilata di carri allegorici risale al 1954 fino a che, undici anni fa, le maestre delle elementari di Premariacco, insieme ai bambini, non hanno cominciato a farlo rivivere, riprendendo la tradizione di ispirarsi alle vicende cittadine, ma in chiave favolistica. La storia di quest'anno è "Peter Pan e la scuola che non c'è", che si rifà alla nota favola calandola nella realtà della vecchia scuola di Premariacco, recentemente demolita e in fase di ricostruzione. Tutto il paese è coinvolto nel carnevale, e soprattutto nonno Aurelio che, con l'aiuto di diversi compaesani, ogni anno allestisce il carro nel suo capannone: quest'anno si tratta di un carro veliero. Gli elementi di scenografia, come pure il volantino e tutte le coreografie sono state create dai bambini, con l’aiuto della Società Operaia del paese e della Cooperativa di Premariacco, mentre la musica che animerà l'evento è del gruppo storico La Desene e i crostoli del Panificio Devoti. Appuntamento alle 11.00 nel cortile della direzione dell’Istituto Comprensivo Tina Modotti, Via Mercato Vecchio 17, Orsaria con le mascherine e il veliero in attesa della nuova scuola!

Torna su
UdineToday è in caricamento