Lotta all'omofobia: domani a Palazzo D'Aronco sventolerà la bandiera arcobaleno

Per la giornata internazionale Udine diventa "Rainbow". Da domani, 16 maggio, al via il programma pensato da Comune, Commissione Pari Opportunità e associazioni lgbt del territorio. Alle 16.30 dal balcone del Comune verrà esposta la bandiera che darà il via anche al flash mob

Promossa dall'Unione Europea già dal 2007, ogni 17 maggio tutto il mondo celebra la Giornata internazionale contro l'omofobia e la transfobia. Una ricorrenza che quest'anno, per la prima volta, anche il Comune di Udine, membro della Rete Re.A.Dy, intende ricordare attraverso “Udine Rainbow”, un ricco calendario di iniziative messe a punto insieme con la Commissione Pari Opportunità e le associazioni del territorio.

A ricordare alla città l'impegno dell'amministrazione comunale nel promuovere le pari opportunità e la lotta a fenomeni di omofobia, sarà una grande bandiera arcobaleno, regalata dalle associazioni lgbt al Comune, che sventolerà a partire dalle 16.30 di domani, 16 maggio, dal balcone di palazzo D'Aronco. Una bandiera di 3 metri per 1,80, che anche molte altre amministrazioni italiane espongono per questa giornata e che farà da cornice a “Piazzate d'amore”, un Flash Mob organizzato dalla Commissione Pari Opportunità sempre in via Lionello per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla lotta contro ogni fenomeno di omofobia. Ancora in via Lionello, ma domenica 17, l'associazione universitaria Iris e la sede udinese di Erasmus Student Network Italia (Esn Nase), organizzeranno un banchetto informativo dalle 10 alle 20. La Casa delle Donne ospiterà invece, lunedì 18 alle 18.30, “Madre per sempre”, un incontro organizzato da “TransGender Fvg” con Christian Grimaldi, che attraverso letture di brani e di poesie scritte da lui stesso, racconterà la sua storia di transessuale da donna a uomo.

Atteso evento, organizzato da Arcigay Friuli, giovedì 28 maggio alle 18 alla Libreria Friuli con l'anteprima nazionale di presentazione del nuovo libro di Giovanni Dall'Orto “Tutta un’altra storia. L’omosessualità dalla Bibbia al secondo dopoguerra”. Udine, infatti, sarà la città dove verrà presentato per la prima volta il nuovo libro, in uscita proprio a giugno per “Il Saggiatore”, del  giornalista, storico, scrittore  e militante gay. A moderare l'incontro, al quale parteciperà lo stesso Dall'Orto, il giornalista Gianpaolo Carbonetto. Sabato 30 maggio il programma di iniziative per ricordare la Giornata internazionale contro l'omofobia si concluderà con l'incontro “Essere genitori e scoprirsi lgbt...si rimane sempre genitori”, organizzato da Arcilesbica Udine e in programma alle 17 al circolo Arci “Mis(s)kappa. Alcuni e alcune componenti dell’associazione “Rete Genitori Rainbow”, racconteranno la propria esperienza di genitori di figli nati da precedenti relazioni eterosessuali. A coordinare l'appuntamento sarà la psicologa Nerina Fabbro. Ricco l'elenco delle associazioni o degli enti che hanno collaborato o che hanno concesso il proprio patrocinio all'intero programma. Oltre al Comune e alla Commissione Pari Opportunità, l'iniziativa è stata resa possibile grazie a Arci Comitato Territoriale Fvg, Arcigay Arcobaleno Trieste, Arcigay Friuli Nuovi Passi, Arcilesbica Udine, Agedo – Associazione Genitori e Amici di persone omosessuali Fvg, Casa delle Donne, Css Teatro Stabile di Innovazione del Fvg, Esn Nase Udine, Associazione universitaria Iris, PazzaIdea, SeNonOraQuando, TransGender Fvg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento