Presentazione "Lettere a Samira" di Yassin Al Haj Saleh alla Joppi

Sabato 18 novembre avrà luogo il terzo appuntamento del programma Hurriya, Voci di libertà per la Siria”, progetto promosso dal Comitato Stop the war – Udine for Siria. A partire dalle ore 17.00 presso la Sala Corgnali della Biblioteca Civica Joppi di Udine, si darà voce a Lettere a Samira dell’autore Yassin Al Haj Saleh, con la partecipazione di Lettori d’asporto.

A seguito dell’incontro con Lorenzo Declich e il suo libro Siria, la rivoluzione rimossa. Dalla rivolta del 2011 alla guerra, edito da Alegre, e la presentazione del libro Matrimonio siriano di Laura Tangherlini, giornalista e conduttrice di Rainews24, tra le tante testimonianze della guerra in Siria, vale la pena di leggere le lettere indirizzate dallo scrittore Yassin Al Haj Saleh, ex prigioniero politico e affermato oppositore del governo di Damasco, alla moglie Samira al Khalil, rapita il 9 dicembre 2013. La corrispondenza con la moglie scomparsa è un’occasione per ripercorrere e analizzare i principali avvenimenti della guerra, a partire dagli attacchi con le armi chimiche del 2013 nella regione della Ghuta, ponendo l’attenzione su ciò che la popolazione civile assediata sta subendo in queste settimane: fame, denutrizione, aumento della mortalità infantile, assenza di medicinali, bombardamenti sistematici.
Il Comitato Stop the war – Udine for Siria, dopo la manifestazione per Aleppo, il concerto di Aheam Ahmad, il reportage fotografico sulle torture del regime siriano “Nome in Codice Caesar”, riprende la sua attività con la proposta Hurriya, Voci di libertà per la Siria. L’iniziativa vuole approfondire la condizione del regime siriano, per mezzo di un interessante rassegna ad ingresso libero che comprende incontri, dibattiti e proiezioni, dedicate al tema.
L’imprescindibile kermesse terminerà sabato 2 dicembre al Centro Balducci di Zugliano, alle ore 20.30, con un dibattito interreligioso e di approfondimento sulla figura di Padre Dall’Oglio, a partire dal volume Paolo Dall’Oglio – La profezia messa a tacere. Un confronto arricchito dalla presenza di Nader Akkad, Presidente regionale della comunità arabo-siriana ed Imam di Trieste; Riccardo Cristiano, giornalista vaticanista che collabora con La Stampa e Reset, e Don Pierluigi Di Piazza, fondatore a Zugliano del Centro di Accoglienza e di Promozione Culturale “Ernesto Balducci”.

Il Comitato Stop the war – Udine for Siria nasce nel dicembre 2016, dopo la tragica distruzione di Aleppo, e si propone di favorire la conoscenza critica della storia siriana, dalla rivolta del 2011 fino al conflitto tuttora in corso.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • I“Maestri” in mostra a Illegio 

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
  • A Illegio è l'anno dei "Maestri": c'è anche Picasso

    • dal 12 maggio al 6 ottobre 2019
    • Casa delle esposizioni
  • Alla scoperta del bunker sotto il castello di Udine grazie alla mostra After Hiroshima

    • da domani
    • Gratis
    • dal 21 al 22 settembre 2019
    • Rifugio antiaereo - bunker del Castello di Udine
  • Castelli aperti in Friuli: l'elenco completo dei manieri visitabili

    • dal 5 al 6 ottobre 2019
Torna su
UdineToday è in caricamento