"Rivogliamo Demo". I ricordi e l'appello di Angelica Lubian

Concerto venerdì 28 febbraio a Tricesimo per sostenere il programma radiofonico 'Demo' cancellato recentemente dal palinseso di RadioRai. L'appello della cantante friulana Angelica Lubian

Una maratona musicale itinerante: è la risposta alla cancellazione di Demo, il programma di RAI Radio1 dedicato agli artisti emergenti. Venerdì 28 febbraio, Rivogliamo Demo approda all'Interstate Studio 270 di Tricesimo, dove dalle 21  molti artisti friulani si esibiranno per invocare la ripresa delle trasmissioni.

Lo scorso 6 gennaio, dopo 12 anni di successi, è stata cancellata senza preavviso dai palinsesti di RAI Radio1 la storica trasmissione radiofonica Demo, vetrina di nuova musica. La missione di Demo, ideato e condotto da Michael Pergolani e Renato Marengo, è sempre stata quella di dare spazio e visibilità ai migliori talenti del panorama musicale italiano, mandando in onda nel corso degli anni migliaia di pezzi di nuova musica emergente e ospitando negli studi di Saxa Rubra centinaia tra artisti e band.

L'improvvisa mancanza di una voce libera culturalmente ed intellettualmente ha prodotto un'onda di proteste che sono andate a toccare, in primo luogo la rete (facebook, twitter, youtube) per poi rimbalzare sulle pagine dell'Espresso e nelle aule del Parlamento. Successivamente prende piede un'iniziativa tesa a dar voce allo sconforto e allo sdegno di veder strappato via uno dei pochi spazi di RAI Radio1, dedicati alla nuova musica italiana, tentando la carta di un live che riunisca musicisti da tutta la penisola. L'idea viene recepita con entusiasmo e nascono così in tutta Italia una serie di eventi pro-Demo. Questo progetto si realizza prima a Roma il 20 gennaio, all’Hiroshima Mon Amour di Torino il 2 febbraio, diventando fonte di ispirazione per un vero e proprio tour lungo lo stivale che farà tappa a Bari, Udine, Palermo, Napoli e Genova; poi chissà, Firenze, Milano, Ancona, Parma, ecc... .
Venerdì 28 febbraio si terrà dunque il quarto evento in appoggio a DEMO all’Interstate Studio 270 di Tricesimo con un meeting che ospiterà alcuni tra i migliori artisti emergenti in regione sia in forma acustica che elettrica. Durante la serata saranno presenti i “padri” fondatori della trasmissione, Michael Pergolani e Renato Marengo.
On stage: Margherita Pirri, Silvia & the Fishes on Friday, the Morning, Louis Armato, Da Est, The Moon , Sonia Gallina e per l'appunto Angelica Lubian & band, nata e cresciuta a 'pane e Demo'.

Era la fine del 2002 quando Angelica Lubian sente per radio un annuncio in un programma radiofonico sulle onde di RadioRai: “Inviaci il tuo demo, i migliori verranno trasmessi da DEMO. L’Acchiappatalenti, sotto l’alto patronato di San Michele Cyberarcangelo e dell’Università utopica di Montecatini” . La cantante friulana decide quindi di provarci e invia un cd con un paio delle sue canzoni. La stessa Lubian ci racconta poi il seguito:
Qualche tempo più tardi squilla il telefono, dall’altra parte la voce entusiasta di Valentina della redazione che annuncia la mia prima intervista telefonica on-air, con tanto di broadcasting dei brani, assieme a Michael Pergolani e Renato Marengo, direttamente sulla rete ammiraglia della radiofonia Rai. Un’emozione fortissima per una pivellina. Conservo ancora gelosamente (e in gran segreto) la registrazione".


Parecchi anni più tardi la Lubian pubblica il suo primo disco, inviandolo a Saxa Rubra, e pochi mesi dopo 'chitarra in spalla'  viene invitata per un live acustico in studio. Di lì a poco gli incontri diventano innumerevoli, i festival in giro per lo stivale, gli speciali, fino al concerto al carcere di Sollicciano, esperienze indelebili nella memoria di Angelica: “Porto con me aneddoti memorabili, sorrisi, facce, suoni, baci, ricordi indissolubilmente legati alla mia vita, musicale e personale. Ho conosciuto persone speciali, luoghi incredibili, ho visto occhi brillare, mani e piedi tarantolati sotto e sopra il palco, passione e talento scorrere vorticosi. Demo mi ha cullata. Con Demo sono cresciuta. Demo è e sarà sempre una parte di me, di noi. Posso solo dire, ancora una volta, grazie e accorrete numerosi al concerto di Tricesimo, per quella che era l'unica trasmissione di musica per i cantanti e le band emergenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trans nuda in mezzo alla strada, un carabiniere chiede 1 milione di risarcimento danni

  • Dà fuoco al marito cospargendolo di benzina, è madre di due ragazzi udinesi

  • Delitto Orlando, Mazzega si è suicidato

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

Torna su
UdineToday è in caricamento