Il 'La la la tour' di Piero Sidoti, dalla Germania a Udine

foto: Lo Gioco

Un festival con la effe maiuscola, il blasonatissimo Rheingau Musik, per un artista che tiene alto il nome della musica d’autore italiana: domenica 9 agosto, Piero Sidoti e le bellissime canzoni di LA LA LA saliranno su uno dei palchi più importanti d’Europa! Uno splendido avvio di tour, dunque, griffato da Produzioni Fuorivia e impreziosito da cinque grandi compagni d’avventura: Claudio Dadone (chitarre), Antonio Marangolo (sax), Antonio Della Marina (tastiere, onde sinusoidali), Nicola Negrini (contrabbasso, U-bass) e Giorgio Fritsch (batteria).    

Dopo la tappa tedesca, il viaggio di LA LA LA porterà Sidoti su un altro palco di rilievo, quello del Festival della Mente di Sarzana (5 settembre, special guest l’amico d’infanzia Giuseppe Battiston), e poi a Udine, sotto il doppio segno di Produzioni Fuorivia e del CSS Teatro stabile di innovazione del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con Friuli Doc 2015 (11 settembre, Teatro Palamostre). Questa l’ottima line-up della data udinese: Giancarlo Bianchetti (chitarre), Piero Ponzo (sax, clarinetto), Antonio Della Marina (tastiere, onde sinusoidali), Nicola Negrini (contrabbasso, U-bass) e Claudio Giusto (batteria).   

Ci sono quelli che aspettano e ci sono quelli che cercano. Piero Sidoti ha indagato con gli strumenti dell’arte cantautorale su entrambe le categorie, su entrambe le tipologie, dedicando l’album Genteinattesa (Targa Tenco 2010) alla prima e dedicando i pezzi del nuovo album, LA LA LA, alla seconda. Gente che cerca. Ma gente che cerca cosa? Il senso. Il significato. La risposta. «I protagonisti delle canzoni sono persone alle prese con le piccole grandi incognite del vivere – spiega, infatti, il cantautore udinese – e cercano di afferrare qualcosa di inafferrabile, di impalpabile. Qualcosa che è più sottile anche di un elemento infinitesimale. Ecco, quindi, la ricerca di piccoli segreti, di misure esatte, di storie misteriose, nella speranza di trovare gli indizi che conducono al tesoro nascosto. Al fatidico valore di X». 

Inno all’incongruenza, all’errore, al paradosso e all’anomalia, LA LA LA riflette con ironia acuminata sull’impossibilità – sull’inutilità – di applicare alla vita logiche rigide e definizioni analitiche. Del resto, come diceva Albert Einstein, «La cosa più bella che noi possiamo provare è il senso del mistero: esso è la sorgente di tutta l'arte e di tutta la scienza».
Approdato solo apparentemente tardi al primo album distribuito su scala nazionale (il già citato Genteinattesa), Sidoti può vantare un curriculum davvero invidiabile (tra premi, vittorie e recensioni cariche d’entusiasmo). Un percorso notato, tra gli altri, da un certo Lucio Dalla, che dedicò a Piero le parole che qualunque artista sogna di sentirsi rivolgere: «Mi trovo davanti a qualcosa di veramente diverso: ad occhi usati per sentire più che vedere». Il resto, come si dice, è storia. Anzi: storie. Le storie di un cantautore che abita dove reale e surreale sfumano poeticamente l’uno dentro l’altro… 
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • I RadioZastava presentano il nuovo album "Insetti" al Backyardie

    • Gratis
    • 16 novembre 2019
    • Backyardie
  • Al via la sesta stagione del Salotto Musicale Fvg: il primo concerto

    • 22 novembre 2019

I più visti

  • Natale e Capodanno a Lignano Sabbiadoro: gli eventi 2019

    • Gratis
    • dal 30 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
  • Fums, profums, salums e formadi - Sapori e formaggi di montagna a Sutrio

    • Gratis
    • 1 dicembre 2019
  • Come diventare autisti soccorritori in ambulanza

    • dal 7 novembre al 13 dicembre 2019
    • udine
  • 14esima Fiera del Lavoro ALIg: oltre 70 aziende e 460 posti di lavoro disponibili

    • 16 novembre 2019
    • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    UdineToday è in caricamento