Caffè Caucigh di Udine: tutti i prossimi concerti ed eventi

Ecco il calendario degli eventi del bar di Udine da fine febbraio fino ad aprile 2020

Da fine febbraio ad aprile 2020, tutti i prossimi appuntamenti al Caffè Caucigh di Udine.

Il programma

Venerdì 21 febbraio ore 21.30: Trio Faristol. Pablo Despeyroux, chitarra- Piero Cozzi, sax- Alessandro Turchet, contrabbasso. Il trio propone un piccolo viaggio tra i classici e non della musica latinoamericana. Dal Brasile con choros, samba e bossa-nova all'Argentina con tango e zambas, a Cuba con bolero e son. Il tutto con un tocco di raffinatezza e di estemporaneità che viene dal background anche jazzistico dei suoi componenti.

Venerdì 28 febbraio ore 21.30: Baretè Quartet, il desiderio di quattro musicisti con background diversi e dalla comune necessità di comporre e proporre propri brani. Progetto jazz formato dai goriziani Pierpaolo Gregorig ai saxofoni e Giampaolo Mrach alla fisarmonica, e dai friulani Alessandro Scolz al pianoforte e Mario Castenetto alle percussioni.

Venerdì 6 marzo ore 21.30: Bus-Horn Band di Mauro Costantini: organo, Piero Cozzi: Sax, Miodrag Radovic: batteria, Luca Calabrese: tromba, Federico Luciani: percussioni. Musica swingante, diretta, dichiaratamente "no concept" che fa riferimento alla tradizione del jazz, in particolare al periodo bop-hardbop degli anni 50/60 e dove l'organo funge da elemento di coesione imprimendo una forte direzione stilistica e sonora al lavoro del gruppo.

Venerdì 13 marzo ore 21.30: Tomi Purich in formazione trio presenta una miscela unica di jazz con melodie balcaniche, orientali e istriane. Dal 2018 Tomi ha pubblicato due dischi – Balkanjazz (ottobre 2018) e Brkoman (novembre 2019). Il secondo disco, in promozione dall’autunno 2019, offre il suono tipico che il trio lo genera dall’inizio della collaborazione. Formazione: Tomi Purich – batteria, Aleš Ogrin – piano, Peter Smrdel – contrabasso, Ospite: Neža Okorn - voce

Venerdì 20 marzo ore 21.30: Giù col morale: nascono come gruppo nel 1973 a Chirignago nel veneziano dalla comune passione per i Gufi. I Gufi sono il gruppo milanese (Svampa, Brivio, Magni e Patruno) che negli anni ’60 ha creato il cabaret musicale con le sue canzoni divertenti, ironiche, sferzanti. Canzoni che sul palco venivano spesso sceneggiate, con l’apporto soprattutto di quel grande mimo che era Gianni Magni. I Giù col Morale! presentano uno spettacolo che ripercorre gli anni ’60 attraverso le canzoni dei Gufi: il dopoguerra, il boom economico, l’emigrazione, la “questione femminile”, lo sviluppo scientifico, la televisione, il cinema…

Venerdì 27 marzo ore 21.30: Znafou Enrico Terragnoli chitarra elettrica, effetti ed elettronica, Daniele D'Agaro saxes, clarinetti & percussioni. Concerto evento con il più originale chitarrista italiano del momento, proprie composizioni e libere improvvisazioni.

Venerdì 3 aprile ore 21.30: Andreoni, Barzan, Cesselli. Un bassista (Marco) e i due pianisti/tastieristi iconici del Friuli (Arno e Bruno). Cosa potete aspettarvi? Aspettatevi l’inaspettabile. Un interessante miscuglio di Jazz, Pop, musiche originali e rielaborazioni improbabili. Due stili pianistici completamente diversi, improvvisazioni musicali e verbali. Tre persone che si divertono al di fuori di qualsivoglia canone stilistico.

Mercoledì 8 aprile ore 21.30: concerto fuori programma. Simone Maggio | Pianoforte - Federica Michisanti | Contrabbasso - Max Trabucco | Batteria. Tre dei principali talenti del Jazz Italiano. Il trio, formatosi presso la Casa del Jazz di Roma durante la residenza artistica indetta da MIDJ “Vette e dopo” (vinta da Simone Maggio e Max Trabucco) e la consegna del premio SIAE (conseguito da Federica Michisanti), ha iniziato un percorso sia interpretativo che compositivo scavando nelle profondità di quello che apparentemente può sembrare il classico piano trio. L’interplay e l’ascolto reciproco sono le fondamenta di questo trio, ognuno ha un ruolo ben preciso ma che è allo stesso tempo intercambiabile; ritmo, armonia e melodia vengono fusi in un unico intreccio fluido e coinvolgente, portando l’ascoltatore in mondi sempre diversi.

Venerdì 10 aprile ore 21.30: venerdì santo senza musica.

Venerdì 17 aprile ore 21.30: Silverback D. D'Agaro saxes & clarinetti, M.tomada contrabbasso, Marco D'Orlando. Un trio feroce ed implacabile, proprie composizioni e libere composizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venerdì 24 aprile ore 21.30: Alessio Velliscig cantautore udinese presenta il suo nuovo album "Kama" in versione acustica accompagnato da Michele Di Gleria alle percussioni. La sfida di abbracciare l’eclettismo, senza porsi limiti stilistici e tematici è il «movente» di Kama, dove le canzoni raccontano l’esistenza e la musica sgorga in un flusso ricco, intenso, paradossale, privo di compartimenti stagni. Velliscig ha un passato da chitarrista e cantante in varie formazioni, dal progressive al modern rock e ha studiato composizione al conservatorio di Udine; da tre anni canta con i Quintorigo con i quali, nell’estate 2018, ha realizzato il doppio album «Opposites» (presentato dal vivo in Italia nel corso degli ultimi due anni). Il titolo prende il nome dal deva Kama e le composizioni contenute nell’album, tutte originali, affascinano per la forza con cui evidenziano le molte sfaccettature dell’Amore e della Passione (non solo quelle romantiche) da cui derivano creazione e arte nella loro massima potenza e complessità, in giustapposizione con la bellezza e con la sorprendente fluidità delle melodie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

  • Incendio nella notte alle porte di Udine, in fiamme un locale

Torna su
UdineToday è in caricamento