La lingua friulana entra nel curriculum ufficiale europeo

Grazie alla collaborazione tra ARLeF e Unione Europea, da oggi sarà possibile inserire la conoscenza del friulano nell'Europass

@ CV Europass

Tra le competenze e le conoscenze che si possono inserire nel proprio curriculum, da oggi si potrà aggiungere anche la conoscenza della lingua friulana, diventando così un'arma in più per trovare lavoro.

L'iniziativa

Questa opportunità, data dalla collaborazione tra l'ARLeF - Agenzia Regionale per la Lingua Friulana - e l'Unione Europea, potrà essere sfruttata compilando il curriculum vitae ufficiale europeo, ossia l'Europass, sistema nato nel 2012 al fine di uniformare la compilazione del CV per chi cerca lavoro all'interno dell'Unione Europea. Da pochi giorni, all'interno del sito di Europass, sfogliando la lista che si apre alla finestra "lingua madre", si può trovare anche la voce "friulana".

L'agenzia

"Qui in Friuli – dichiara William Cisilino, direttore dell’ARLeF – la conoscenza della lingua friulana sul posto di lavoro può fare la differenza, soprattutto per mettere a proprio agio il cliente e agevolare la comunicazione. Vale per il privato, pensando in particolare al commercio e agli esercizi pubblici, ma anche nel pubblico, come nel caso dei servizi ospedalieri. Inoltre, vari studi dell’Università di Udine hanno dimostrato che l’uso del friulano in determinate attività commerciali aumenta il fatturato delle aziende".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali patenti servono per guidare le macchine agricole?

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

  • I migliori ristoranti dove mangiare pesce a Udine secondo TripAdvisor

  • Violento schianto in A34, muore bimba di quattro mesi

  • Alla guida con un tasso d'alcol di 5 volte superiore al limite dopo un'allegra domenica a Friuli Doc, fermato

  • S'incamminano in scarpe da ginnastica, sbagliano sentiero e si ritrovano al buio: recuperati a mezzanotte due escursionisti

Torna su
UdineToday è in caricamento