Udine esulta, l'adunata nazionale alpini torna in città

La capitale del Friuli è stata scelta dall'Ana come sede per il 2021

Udine si aggiudica l'adunata nazionale degli alpini. La decisione era nell'aria, ma l'ufficialità si è avuta oggi. L'Ana ha scelto la capitale del Friuli per ospitare l'evento che si terrà nel maggio del 2021. Non accadeva dal 1996, quando la città venne invasa da oltre 400mila persone, con le penne nere accampate in ogni spazio possibile, giardini privati compresi. Sarà un momento di celebrazione, di festa e di ritorno a casa per tanti alpini. Una delle loro case più amate li aspetta per abbracciarli.

Il presidente

"Una soddisfazione immensa dopo un anno di duro lavoro". Sono queste le prime parole espresse da Dante Soravito Presidente dell'associazione nazionale Alpini - sezione di Udine. "Un ringraziamento particolare alla commissione per il grande lavoro e il grande risultato raggiunto. Ora continuiamo a lavorarem per rendere l'organizzazione impeccabile. Il nostro obiettivo è di accogliere gli ospiti con grandissimo entusiasmo e farli sentire come fossero a casa propria!". Ancora top secret le date della manifestazioni che sappiamo durerà in totale quattro giorni. Una vittoria che arriva a margine di un lungo percorso di valutazione da parte della consiglio direttivo e che vedeva il capoluogo friulano in gara con Brescia, Matera e Alessandria.

Il sindaco Pietro Fontanini

La notizia dell'aggiudicazione dell'adunata degli alpini del 2021 alla città di Udine mi riempie di profondo orgoglio sia come friulano che come Sindaco della Capitale del Friuli”. Lo dichiara il Sindaco di Udine Pietro Fontanini. “Tra l'altro il raduno – prosegue il sindaco – cadrà a quarantacinque anni dal terremoto che vide le Penne Nere in prima linea nei soccorsi e nelle fasi successive della ricostruzione. Anche per questo il nostro popolo è così legato al Corpo degli Alpini, che è diventato per ogni friulano sinonimo di onestà, laboriosità, spirito di sacrificio e solidarietà”. "Questa è una partita alla quale abbiamo sempre creduto come Amministratore e oggi possiamo finalmente brindare a quella che è una meritatissima vittoria per la nostra città e per tutta la Regione”, conclude Fontanini.

Il presidente Fedriga

"Il Friuli Venezia Giulia e Udine salutano con profonda riconoscenza le Penne nere che si daranno appuntamento per l'Adunata nazionale nel 2021". Lo afferma il governatore Massimiliano Fedriga commentando la decisione del Consiglio direttivo nazionale dell'Ana con la quale è stato stabilito che il capoluogo friulano ospiterà l'Adunata nazionale degli Alpini nel 2021. "Una data significativa - commenta il governatore - perché cade a
quarantacinque anni dal terremoto in cui gli Alpini furono in prima linea nei soccorsi e nella ricostruzione. In quella e molte altre occasioni gli Alpini hanno saputo guadagnarsi stima e affetto e si sono distinti per attaccamento al dovere, generosità e solidarietà: la forte identità con il territorio e l'impegno a fianco della protezione civile ne hanno fatto dei figli di questa terra, parte della nostra storia".

Venanzi

"Finalmente l’adunata degli alpini torna a Udine, un’importantissima opportunità per la nostra città dal punto di vista economico e valoriale – dice il capogruppo del Pd in Consiglio Alessandro Venanzi –. Ricordo ancora il voto unanime del consiglio comunale alla delibera che portai a sostegno, anche economico con 500 mila euro, della candidatura della città all’Ana nazionale. Quella coesione mostrata in quell’occasione dimostra che se anche la politica è unita nelle finalità e negli obiettivi comuni, riesce a portare a casa un risultato a vantaggio di tutti, capacità che Udine ha raramente avuto e che invece realtà come Trieste hanno saputo da sempre far proprie. Anche se oggi siamo chiamati ad un altro ruolo – chiude Venanzi – rimaniamo ovviamente a disposizione dell’Ana per far si che la nostra città sia pronta all’importantissima sfida, in modo di essere capace di raccogliere al meglio questa opportunità economica e di sviluppo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

Torna su
UdineToday è in caricamento