Vestiti meno cari in Friuli per chi prende il reddito di cittadinanza

Federmoda regionale propone uno sconto del 15 per cento. Antonella Popolizio: "Un atto di solidarietà dovuta"

Uno sconto del 15 per cento sulla merce per tutti coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza. E' l'iniziativa di Federmoda Friuli Venezia Giulia, presentata nella sede di Confcommercio Udine dai presidenti provinciali dell'associazione di categoria in occasione della firma del protocollo: Antonella Popolizio per Pordenone, Mario Ulian per Udine, Roberto Rosini per Trieste e Antonella Pacorig per Gorizia. Si tratta del primo esperimento del genere in Italia. 

Da sinistra verso destra Ulian, Rosini, Popolizio e Pacorig

federmoda-3

Popolizio

«Un’iniziativa – spiega Popolizio, che riveste anche la carica di numero uno regionale – che punta ad agevolare una fascia di popolazione che si trova in una particolare situazione di disagio occupazionale. Lo riteniamo un atto di solidarietà dovuto, in considerazione dell’importante funzione politico-sociale rivestita dalla categoria dei commercianti all’interno della società». Lo sconto non sarà cumulabile con altre offerte e viene ritenuto congruo: «Per le piccole attività - assicura Popolizio - si tratta di uno sconto consistente».

I numeri

Per ora le adesioni tra gli associati sono ferme  a zero. «Proprio oggi - spiega Popolzio - i circa mille iscritti regionali riceveranno i dettagli dell'iniziativa e potranno aderire o meno. Per farlo avranno tempo fino al 30 agosto». 

L'accordo

I beneficiari dell’assegno statale dovranno presntare come mezzo di pagamento la “Carta Rdc”, la Postepay caricata mensilmente con l’importo del reddito di cittadinanza spettante al nucleo familiare, con la quale è dunque possibile acquistare beni e servizi.

Il marchio

L’impegno ora è a condividere il progetto con gli associati provincia per provincia. Per diffondere nel modo più efficace possibile l’iniziativa è stato pure realizzato un apposito logo («Qui il tuo reddito di cittadinanza vale di più»), che ogni commerciante che aderirà alla convenzione dovrà esporre sulla vetrina del negozio quale informativa ai clienti interessati.

L'adesivo che sarà esposto dagli esercenti che aderiranno

adesivo-2

L'auspicio

«Sottolineiamo che, con la conclusione dell’accordo e della futura convenzione attuativa – si spiega nella lettera agli associati –, è precisa volontà del gruppo partecipare attivamente alla politica di sostegno sociale promossa dal Governo e rivolta a tutti coloro che, purtroppo, si trovano in una situazione di svantaggio occupazionale. Naturalmente, noi tutti auspichiamo che tale misura abbia un impatto positivo sul territorio, sui consumi e anche sui commercianti stessi, in un’ottica di mutualistico sostegno e in funzione di un mercato sempre più equo, integrato e sostenibile».


 

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Giornata no per i locali lignanesi, chiusi il Mr. Charlie e La Pagoda di Pineta

Torna su
UdineToday è in caricamento