Procedura fallimentare Idb: Federconsumatori dà il via alle domande di restituzione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

Lo scorso ottobre l’Antitrust ha ritenuto gravemente ingannevoli e omissive le modalità di offerta dei diamanti da investimento da parte di Intermarket Diamond Business (Idb) e Diamond Private Investment (Dpi), anche attraverso gli istituti di credito con i quali rispettivamente operavano. La vicenda vede coinvolti anche cittadini di tutta la regione e Federconsumatori sta già curando un centinaio di posizioni al fine di ottenere, preferibilmente in via bonaria, la composizione delle controversie avviate in via stragiudiziale. In seguito alla sentenza n° 43/2019 con cui il Tribunale di Milano ha dichiarato il Fallimento della Idb, l’incaricato della Consulta giuridica nazionale di Federconsumatori ha preso contatto con il curatore fallimentare nominato dal Tribunale di Milano, Avv. Giampieretti. Nel corso dell’incontro il curatore ha assicurato che le pietre in possesso di IDB devono essere considerate beni di terzi estranei all’attivo; ne consegue che egli stesso li considera sottratti all’attivo fallimentare e destinati ad essere restituiti ai legittimi proprietari. Per procedere in tal senso, il curatore ha già chiesto ad IDB gli elenchi aggiornati dei proprietari dei diamanti per poter inviare una raccomandata ad ognuno di essi comunicando la disponibilità alla restituzione, previa istanza ex art. 87 bis della Legge Fallimentare che prevede la possibilità che il curatore restituisca ai legittimi proprietari i beni detenuti a titolo di custodia. Federconsumatori ha concordato per i prossimi giorni una serie di incontri con gli Istituti bancari ed uno di garanzia con il curatore fallimentare per una verifica degli elenchi dei risparmiatori interessati nel deposito delle pietre presso IDB: in esito agli stessi incontri, i risparmiatori aderenti all'associazione verranno tempestivamente aggiornati sulla gestione delle loro pratiche. Federconsumatori Fvg invita quindi tutti i Consumatori interessati, sia che abbiano già una pratica in corso, sia che ancora non abbiano intrapreso azione alcuna, a rivolgersi ai propri sportelli regionali per essere assistiti.

Torna su
UdineToday è in caricamento