Infortuni, inaccettabile l'inerzia della politica e delle imprese

Udine, Camusso torna sulla sicurezza. Riserve su quota 100: «Misura poco chiara e parziale»

«Se di lavoro si continua a morire c’è anche una responsabilità politica, perché gli infortuni sono evitabili. Invece i tavoli che abbiamo fatto non hanno portato ad alcun intervento concreto in materia, neppure l’estensione obbligatoria dell’assicurazione Inail per tutti i lavoratori, indipendentemente dal tipo di contratto». Dopo le parole di ieri a Pordenone, la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso ha parlato nuovamente di sicurezza sul lavoro oggi a Tricesimo, in Friuli, dove nel primo pomeriggio interverrà davanti ai 130 delegati della Camera del lavoro di Udine, in occasione della giornata conclusiva del congresso provinciale.

Dopo aver definito «impressionanti» i numeri dell’escalation infortunistica in Friuli Venezia Giulia, dove sono già 23 i morti sul lavoro dall’inizio dell’anno, Camusso ha puntato il dito contro la precarietà, «che significa meno formazione e meno conoscenza dei rischi da parte dei lavoratori», e contro il «silenzio inaccettabile» da parte delle imprese.


Intervistata dai media locali, la numero uno di Corso Italia ha anche ribadito le forti perplessità della Cgil sugli interventi annunciati dal Governo in materia di pensioni. «Premesso che su quota 100, in base a quello che si è visto finora, si capisce ancora poco, si tratta di una misura che risponde solo a una parte dei problemi, lasciando irrisolti quelli delle donne e delle future pensioni dei giovani lavoratori, esposti agli effetti della disoccupazione e della precarietà».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • I sindacati sono dalla parte dei vari datori di lavoro . Sono tutti venduti

  • I sindacati sono in gran parte responsabili di queste tragedie "evitabili". che la camusso ed i suoi compagni di merende smettino di giocare (malamente peraltro) alla politica e si concentrino sul loro mestiere..(anche se la vedo dura che riescano a lavorare)

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lignano come non l'avete mai vista, nel nuovo video di Delmoro "Dove siamo finiti"

  • Cronaca

    Un nuovo bistrot - caffè gourmet per gli amanti della buona tavola

  • Cronaca

    Parco Moretti, chiosco preso a sassate per rubare pochi spiccioli

  • Cronaca

    In casa con oltre un etto e mezzo di hashish, arrestato

I più letti della settimana

  • Sigilli al resort di lusso che doveva inaugurare a Lignano a fine mese

  • La serie tv del Mostro di Udine dalla prossima settimana su Sky

  • Rissa fra giovani in piazza Matteotti

  • Ubriaco alla guida: provoca un incidente, scappa, perde la targa e si schianta

  • Camion incastrato nel sottopassaggio di piazzale Cella

  • Sposa un'italiana per il permesso di soggiorno e poi la picchia e la violenta

Torna su
UdineToday è in caricamento