Gsa: nel 2017 il fatturato tocca i 68,6 milioni

Il Gruppo Servizi Associati S.p.A, con sedi a Roma, Tavagnacco, Aosta, Napoli, Bari, Cagliari, Milano, Lione e Chamonix (Francia), consolida la propria posizione. Pedone: “Risultati confortanti e azienda in continua evoluzione. L’investimento da parte di Armònia Sgr ci permette di aumentare ulteriormente il nostro potenziale di crescita”

Alessandro Pedone, Amministratore Delegato di Gruppo Servizi Associati S.p.A.

Sono ben  14 i punti percentuali di incremento del volume d'affari rispetto al 2016, che hanno permesso a G.S.A. di fatturare 68,6 milioni di euro nel 2017. Il dato che fornisce maggior soddisfazione all’azienda riguarda anche l’aumento del tasso di occupazione che è cresciuto del 20%, con l’organico di addetti in Italia ed in Francia che tocca oggi quota 2.750 unità.

 “Come amministratore delegato non posso che essere lusingato dei dati presentati al CdA e che dimostrano come il trend positivo di G.S.A. si sia consolidato – ha dichiarato l’A.D. Alessandro Pedone all'atto della presentazione del bilancio del 2017, che si è scelto di certificare ancora una volta da PricewaterhouseCoopers (PwC) -. Infatti la società, per il sesto anno consecutivo presenta un andamento di crescita a due cifre, con un incremento dei ricavi di oltre 14 punti percentuali rispetto all’anno 2016. L’evoluzione del nostro business avviene su tutti i comparti delle nostre attività e voglio sottolineare che questa crescita è stata generata esclusivamente per linee interne, sino ad oggi, senza l’acquisizione di alcun asset esterno”.

 Il fondo di private equity Armònia SGR, a inizio 2018, ha concluso l’operazione di acquisizione del 68,5% del capitale di G.S.A., lasciando la sede legale a Roma e quella direzionale a Tavagnacco (Udine) in virtù dello stretto legame con il territorio in cui G.S.A. è nata e cresciuta. “In questo contesto l’acquisizione della quota di maggioranza da parte del fondo Armònia rappresenta un valore aggiunto, fondamentale per lo sviluppo della società in tutte le sue attività, sia in ambito nazionale che internazionale – precisa Pedone -. Aumentano le prospettive di crescita interna ed esterna a beneficio del nostro business nella sua interezza. I numeri confermano che G.S.A. è diventata società leader nel settore dell’antincendio italiano ed il suo appeal sta crescendo in tutti i mercati in cui opera. Ora possiamo vantare un patrimonio netto di 18 milioni di euro, che copre l’85% del capitale investito”.

 G.S.A. è strutturata in due macro divisioni operative, che si suddividono così in termini di fatturato: il 55% è prodotto dalla divisione Fire (servizi di vigilanza antincendio e fire engineering, servizi antincendio evoluti), mentre il restante 45% è sviluppato dalla divisione Facility (cleaning, soft security, maintenance ecc.). 

 “Armònia ha già confermato di essere un partner affidabile per intraprendere un ulteriore percorso di crescita e consolidamento – continua Alessandro Pedone -. L’anno 2017 ha avvalorato la predisposizione allo sviluppo che ci ha da sempre contraddistinto. Ricordo con orgoglio da dove tutto questo ha avuto inizio. Non ci siamo mai fermati, ma abbiamo continuamente proseguito a testa bassa per conseguire obiettivi sempre più alti, alzando l’asticella anno dopo anno. Così siamo riusciti a ottenere i risultati che sono sotto gli occhi di tutti”.

 Fra le centinaia di rapporti contrattuali in essere si possono ricordare, per la divisione Fire, il Traforo del Monte Bianco (con una continuità di prestazioni ininterrotta dal 2006), Fincantieri e ancora i più importanti nosocomi nazionali, fra i quali il Policlinico Gemelli, il Policlinico Umberto I, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’Ospedale pediatrico Meyer e l’Azienda Ospedaliera Careggi di Firenze, il Burlo di Trieste, il Gaslini di Genova, tutte le principali strutture ospedaliere della Regione Sardegna. Le strutture sanitarie servite oggi sono quasi 200.

 La divisione Facility ha in portafoglio commesse altrettanto importanti, nel pubblico e nel privato: Gruppo Coin, l’USL 9 di Treviso, il Centro Internazionale di Ricerca Sincrotrone di Trieste, le Regioni Friuli Venezia Giulia, Puglia, Toscana, Veneto, l’Università di Milano, l'Università di Bari, l’Università di Udine, l’Università Orientale, la Seconda Università di Napoli e molte altre. Di recente acquisizione ricordiamo l’Università di Pavia, l’Università di Padova e l’Università di Palermo.

 Il 2017 ha segnato anche l’ulteriore sviluppo del settore Fire in Francia, grazie alla branch con sede a Lione, da dove viene gestita  la viabilità e primo intervento per la Metropole Grand Lyon, vanno ad aggiungersi i servizi antincendio per la Ville de Nice, per il Département de Rhone, per il Centre Hospitalier de Macon e numerosi altri. Da sottolineare anche l’approdo sul mercato svizzero nel cantiere di Nant de Drance.

 Aumenta quindi la produttività grazie a un piano di crescita programmata che consente di allargare gli orizzonti verso nuove prospettive: “L’apertura recente delle sedi di Milano e Cagliari ci permette di essere presenti in due regioni cardine, consentendoci di offrire servizi e soluzioni di qualità sempre superiore ai nostri clienti – chiude Alessandro Pedone -. Da parte nostra oggi c’è voglia di affrontare le nuove sfide del mercato internazionale e di sviluppare ancora il nostro know-how nel campo del multiservizi e soprattutto nella prevenzione degli incendi all’interno di strutture ad alto rischio in tutta Europa, valutando anche una serie di acquisizioni”.

Gsa in cifre 

Fatturato Gruppo Servizi Associati, esercizio 2017: 68,6 milioni di euro 
Crescita del fatturato sull'anno precedente: + 14% 
EBITDA: 11,4 milioni di euro (+ 15% )
EBITDA MARGIN16,7% 
EBIT10,6 milioni di euro (+ 16%)
Patrimonio Netto18,2 milioni di euro (+ 18%)
Dipendenti: oltre 2.700

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento