Friuli-Venezia Giulia: mercato residenziale in ripresa

Nei primi sei mesi del 2019 andamento positivo per il mercato residenziale friulano. A Udine bene i prezzi delle case, in calo i canoni di locazione

Segnali incoraggianti in arrivo dal mercato residenziale del Friuli-Venezia Giulia, soprattutto per quanto riguarda i canoni di locazione: come rilevato dall’Osservatorio di Immobiliare.it, nei primi sei mesi del 2019 la media regionale dei prezzi degli affitti ha visto una crescita dell’1%.

All’interno di questo quadro positivo, Udine appare leggermente più in difficoltà, sebbene sia la seconda città più cara della regione: affittare un trilocale di 65 metri quadri a Udine costa circa 495 euro, il 2,2% in meno rispetto alla fine del 2018.

Le performance peggiori sono però quelle registrate da Pordenone, che nei primi sei mesi dell’anno ha visto calare i canoni del 4,4% e non sembra accennare a una ripresa, dal momento che il segno rimane negativo anche considerando il delta marzo-giugno (-4,7%).

In positivo invece Trieste, la città più cara della regione in cui affittare casa, dove i valori sono saliti del 3,2% in sei mesi; bene anche Gorizia, che nello stesso periodo registra un ottimo +10,1%: nonostante questa crescita, quest’ultima rimane però la provincia più economica in cui cercare casa in affitto.

Prendendo in considerazione il fronte delle compravendite, nel primo semestre del 2019 si evidenzia un timido incremento dei prezzi a livello regionale: +0,5%, un valore non elevato ma comunque superiore alla media nazionale (-0,2%).

Anche in questo caso Trieste è il capoluogo più caro (1,496 €/mq, +0,5% in sei mesi) seguita da Udine (1,387 €/mq, +0,3% rispetto a dicembre 2018), mentre Gorizia si conferma la città più economica: il prezzo medio richiesto è di 943 €/mq, ben al di sotto della media nazionale (1.879 €/mq).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’unico segno meno si registra a Pordenone: nonostante il calo del 3,6% su base semestrale, quest’ultima vede però una lieve crescita dei prezzi considerando il periodo tra giugno 2018 e giugno 2019 (+0,5%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento