Federconsumatori convocata il 29 gennaio al Mef

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di UdineToday

La Federconsumatori è stata convocata unitamente alle altre associazioni di consumatori presso il Ministero dello Sviluppo Economico nella giornata del 29 gennaio in merito al decreto da adottare per “definire le modalità di presentazione delle domande di indennizzo…” e precisare la “idonea documentazione” da cui devono essere corredate le stesse al fine di accedere ai risarcimenti del “Fondo indennizzo Risparmiatori”. La prossimità di tale data con quella finale prevista per l’emanazione di tale decreto fa nascere un fondato motivo di preoccupazione circa il rispetto della scadenza prevista per il 30 gennaio 2019. I risparmiatori hanno già dovuto amaramente constatare che già nel marzo 2018 il decreto previsto per dare attuazione alla precedente disciplina dei risarcimenti è stato ripetutamente rinviato senza alcuna plausibile motivazione bloccando in tal modo l’inizio dei risarcimenti; si prospetta quindi la possibilità, che ci auguriamo di vedere smentita, che anche l’attuale Governo proroghi l’inizio dei risarcimenti.

Torna su
UdineToday è in caricamento