Euro&Promos: l'azienda udinese punta a 200 milioni di fatturato

Annunciato il piano triennale, l'amministratore delegato Alberto Tavano Colussi: “Elevati standard di qualità e sicurezza, ma anche investimenti in tecnologia”

Euro&Promos, azienda multiservices in outsourcing, si occupa di attività che spaziano dalle pulizie industriali alla gestione dei magazzini e le manutenzioni impiantistiche, e negli ultimi anni ha registrato una crescita costante di fatturato. Ora, l'obiettivo è di arrivare a quota 200 milioni di euro nell'arco dei tre anni.

Le origini

L'azienda è nata come cooperativa, per poi diventare una società per azioni che ha da poco investito un milioni di euro per riorganizzare tecnologicamente i flussi di lavoro. Con sede a Udine, conta più di 6mila lavoratori operanti in tutto il territorio. Oggi è considerata tra i primi player in Italia nel settore multiservizi, ma si prevede un'ulteriore espansione, anche se il 2019 si è chiuso già con un fatturato di oltre 140 milioni di euro. Il risultato è stato possibile anche grazie a oltre 30 milioni di nuove aggiudicazioni in gare pubbliche e contratti con aziende. Il fatturato cresce, ma cresce anche la marginalità, con un EBITDA atteso per il 2019 a doppia cifra, cosa che consente investimenti continui in settori affini e in linea con quanto viene richiesto dal mercato.

L'azienda

“Il nostro punto di forza è capire i trend di mercato, riuscendo ad anticiparli e a proporre i servizi adeguati che richiedono i nostri clienti e che offrono le nostre società: pulizia civile, industriale e sanitaria, logistica di magazzino, manutenzioni industriali, lavanderia industriale, oltre a gestione integrata di strutture residenziali, servizi socio-sanitari e riabilitativi, attività di animazione, per arrivare poi alle gestioni in ambito culturale e office management. La nostra specifica abilità è la capacità di utilizzare le tecnologie per efficientare i costi”, spiega l’amministratore delegato Alberto Tavano Colussi. “Con dei sistemi di controllo e di supervisione su cui saranno indirizzati nuovi investimenti ci sarà la possibilità di ottimizzare ulteriormente la nostra attività, mantenendo elevati standard di qualità e sicurezza, sempre garantendo un approccio che mette al centro il cliente”.

L'impegno

La professionalità di Euro&Promos è dimostrata anche dalla riconferma del rating di legalità massimo, le tre stellette, conferito dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato e l’impegno dell’azienda verso il proprio personale.

Più posti di lavoro

E se crescerà il fatturato, aumenteranno anche i posti di lavoro, con un approccio che favorirà la componente umana e la professionalità. “Euro&Promos negli anni ha migliorato continuamente i progetti a favore dei suoi dipendenti – precisa l’AD - con la consapevolezza che un ambiente di lavoro adeguato e che dia le giuste gratificazioni sia fondamentale per arrivare agli obiettivi che ci si è prefissati. In altre parole, la crescita dei collaboratori, sia personale che professionale, rappresenta un fattore strategico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I premi

I premi non mancano, a sottolineare i risultati del gruppo. Si è recentemente classificata al sesto posto nel Triveneto tra le grandi imprese con le migliori condizioni patrimoniali, finanziarie e reddituali nell’arco degli ultimi cinque esercizi, in base a una ricerca condotta dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Udine, in collaborazione col dipartimento di Economia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Nel Top 500, dossier sulle prime 500 aziende del Triveneto, Euro&Promos per l’anno 2018 si trova in trentacinquesima posizione tra le prime 500 aziende. Rispetto all’anno prima, va evidenziato l’EBITDA: da 8,3% si è passati a 9,4%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • Un grande bar all'aperto: ecco la nuova Piazza San Giacomo a Udine

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento