Economia: siglato oggi patto Confindustria Udine-Elite

Obiettivo della partnership crescita imprese, accesso a mercato capitali

Firmata oggi a Udine la partnership tra Elite, programma internazionale di Borsa Italiana, nato nel 2012 in collaborazione con la Confindustria nazionale e l'associazione territoriale degli industriali. Dedicato alle aziende più ambiziose, ''con un modello di business solido e una chiara strategia di crescita'', ha spiegato Luca Tavano, Head of product development Mid&Small Cap Borsa Italiana, ''Elite dà accesso a numerose opportunità di finanziamento, migliora la visibilità e attrattività delle imprese, le mette in contatto con potenziali investitori e affianca il management in un percorso di cambiamento culturale e organizzativo''. La collaborazione è stata sottoscritta per Confindustria Udine dal presidente Matteo Tonon, alla presenza di Vito Rotondi, CEO della MEP Spa di Reana del Rojale e ambasciatore in regione di Elite.

La community di Elite è formata da oltre 600 aziende di 25 Paesi in tutto il mondo in rappresentanza di 36 settori che generano oltre 50 mld di euro di ricavi aggregati per oltre 215.000 posti di lavoro in tutta Europa e non solo. In Friuli Venezia Giulia sono 11 le aziende aderenti, di cui 6 in provincia di Udine (Mep, Calligaris, Gsa, Awm, Bluenergy e Calzavara). Al progetto sono potenzialmente interessate tutte le realtà produttive con un fatturato superiore ai 10 milioni di euro.

''L'odierna tappa udinese del roadshow - ha aggiunto Tavano - rientra nelle attività di Elite e Confindustria dedicate a supportare la crescita e lo sviluppo delle imprese attraverso l'accesso ai mercati dei capitali e agli strumenti di finanza alternativa. Non è un percorso indirizzato alla sola quotazione in borsa - ha proseguito -, ma vogliamo fornire un supporto alle aziende per compiere quel salto culturale e dimensionale che serve a competere sui mercati nazionali e internazionali''. Formazione (in collaborazione con la Bocconi di Milano), workshop mensili, check-up aziendali fino alla certificazione finale: sono queste le principali fasi del programma, che ha una durata biennale. Con la tappa a Udine si rafforza ulteriormente la collaborazione con Confindustria e con gli Elite Desk creati sul territorio nazionale nell'ambito di un'azione di supporto all'intero sistema Paese. Secondo Matteo Tonon, presidente di Confindustria Udine, ''ogni cambiamento richiede prima di tutto una presa di coscienza e quindi una capacità di approfondire gli strumenti tecnici necessari ad attuarlo. Per questo, accanto ad alcune realtà imprenditoriali che per dimensioni e cultura d'impresa hanno già colto le opportunità offerte dal progetto Elite di Borsa Italiana, è necessario offrire a una più vasta platea di potenziali aziende interessate gli elementi di conoscenza del programma. Da questo punto di vista - ha concluso - l'apertura dell'Elite Desk oggi in Confindustria Udine è una chance importante e uno strumento efficace per promuovere concretamente prospettive di crescita per le nostre aziende associate''

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

Torna su
UdineToday è in caricamento