Consorzio Bim-Tagliamento, sì ai voucher o borse lavoro

Stanziati 304 mila euro attivabili dalle varie amministrazioni comunali. Il presidente Romano: "Abbiamo riproposto lo strumento del 2013, ben gradito dai comuni"

Domenico Romano

Il Bim – Bacino imbrifero montano del Tagliamento – conferma lo stanziamento di 304 mila euro in favore di progetti voucher o borse lavoro attivabili dalle varie amministrazioni comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo visto che lo strumento proposto nel 2013 è stato ben gradito dai comuni e quindi lo abbiamo riproposto – commenta il presidente del Bim, Domenico Romano -. In questa maniera vogliamo continuare a dare il nostro contributo nel fornire occasioni lavorative di pubblica utilità ai disoccupati residenti nei comuni montani consorziati delle province di Udine e Pordenone”.
 
Il riparto è stato così stabilito: 20 mila euro andranno ai comuni con popolazione superiore ai 10 mila abitanti, quindi Tolmezzo e Gemona del Friuli; 8 mila euro a testa ai comuni dai 4 ai 10 mila abitanti; 7 mila a quelli in fascia 2-4 mila abitanti; 6 mila dai mille ai duemila residenti, e 5 mila euro ai comuni con meno di mille abitanti.
 
“Per accedere a questi finanziamenti – spiega Romano - le singole amministrazioni comunali dovranno presentare al Bim una breve relazione del progetto che intende avviare (interventi per la cura del verde pubblico, manutenzioni, archivistica, supporto, ecc) e privilegiare nel conferimento degli incarichi le persone disoccupate”.
 
La scelta è stata apprezzata anche dall’assemblea ordinaria del Consorzio BIM Tagliamento, nel corso della quale, dopo l’illustrazione dei punti salienti da parte del presidente Romano, è stato approvato all’unanimità il conto consuntivo della gestione 2013 che porta un avanzo di  989.152,25 euro. Successivamente si è provveduto all’approvazione del riparto consorziale 2014 di € 2.370.008 euro che rimpingueranno le casse dei 49 comuni della montagna friulana e pordenonese facenti parte del Bim. È stato infine rinnovato l’incarico di revisore dei conti del Consorzio alla dott.ssa Fosca Petris.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

Torna su
UdineToday è in caricamento