Un’azienda udinese inventa il primo gestionale governato interamente dall’intelligenza artificiale

Il sistema è in grado di svolgere in completa autonomia mansioni per le quali fino ad oggi sembrava irrinunciabile la presenza umana. Sono già tante le richieste arrivate in sede

Simone Cappellaro

Evade ordini in autonomia, genera preventivi senza intervento umano, legge e comprende testi adempiendo alle richieste contenute, permette agli ordini di procedere senza interferenza e rappresenta la prima intelligenza artificiale in grado di sostituire interamente una mansione lavorativa.

COSA FA? Sono già tante le richieste da pubblici e privati giunte alla sede della friulana Humanoid Company del 26enne Simone Cappellaro. L’intero sistema è basato sul software “Edward”, sistema di intelligenza artificiale presentata lo scorso anno dalla giovane azienda udinese. Ma l’H-erp rappresenta qualcosa di innovativo in grado di controllare e gestire i processi aziendali a 360°. Risponde alle mail, ne comprende il contenuto, esegue richieste, verifica la disponibilità in magazzino, inoltra ordini di acquisto ai fornitori e risponde ai clienti in maniera del tutto autonoma. Inoltre grazie all’ausilio di dispositivi barcode Wifi, già diffusi sul mercato, l’H-erp è in grado di riconoscere la merce in arrivo collegandola direttamente all’ordine di riferimento e generando in automatico la fattura. E per gli imprenditori più esigenti l’intelligenza artificiale si occuperà anche di contabilità, retribuzione dei dipendenti, buste paga e pagamento degli F24. 

BASTA UNO SCHERMO. Niente più computer quindi: all’ H-erp basta uno schermo per funzionare con un relativo abbattimento generale dei costi in materia energetica. Con qualche migliaio di euro, per acquisto, installazione ed assistenza, l’intelligenza artificiale, oltre ad azzerare tempi e costi, riuscirà ad eliminare “l’errore umano” migliorando performance e comunicazione grazie anche alla possibilità di tracciare gli eventi.

Come funziona il sistema

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

L'INVENTORE. «Ci immaginiamo il reparto amministrativo come un grande schermo touch in cui selezionare semplicemente l’informazione desiderata – ha detto Simone Cappellaro, titolare dell’impresa - L’intelligenza artificiale potrà sostituire l’uomo? Per ora, crediamo solo che riesca ad affiancarlo sgravando una parte del lavoro e permettere quindi di renderlo più efficiente nel reparto produttivo». 

L'EVOLUZIONE. Il prossimo aggiornamento per l’H-erp si baserà sul Voice Comand: entro la fine del 2017 verrà eliminata anche l’ultima interazione umana permettendo tramite la voce il controllo completo del dispositivo. Uno schiaffo dalla realtà che rispecchia quanto annunciato dal rapporto Forrester che preannuncia l'evoluzione degli assistenti vocali che escluderanno l'uomo in molte professioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

Torna su
UdineToday è in caricamento