Workshop per gli studenti di Architettura dell'Ateneo udinese

Si chiama 'Casa in legno Zanutta' e prevede lezioni in aula, visite guidate agli stabilimenti aziendali, progettazione in aula con tutor e autonoma da parte dei futuri architetti

Ecosostenibile, moderna, confortevole, ad alte prestazioni energetiche e strutturali per il cliente finale. Così dovrà essere la casa in legno del futuro che l’azienda friulana Zanutta spa intende proporre al più presto al mercato. E per trovare l’idea progettuale più innovativa, anche quest’anno la Zanutta spa ha indetto il “Concorso di idee Cav. Vincenzo Zanutta” in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Udine.

Diversamente dalla prima edizione del concorso e, vista la complessità del tema trattato in questa edizione, è stato organizzato un workshop propedeutico alla consegna dei progetti finali (prevista per il 24 settembre) della durata di quattro settimane, che vede coinvolti una quarantina di studenti del terzo anno di Scienze Architettura e del primo e secondo anno di Architettura che hanno deciso di cogliere questa opportunità prima di entrare nel mondo del lavoro.

La prima lezione si è tenuta martedì’ 2 settembre nell’Aula 50 della sede dell’ateneo udinese di via delle Scienze. Il prof. Roberto Petruzzi, curatore e coordinatore del workshop, ha brevemente esposto le finalità e le modalità organizzative del workshop. Nella giornata di mercoledì 3 settembre gli studenti hanno effettuato una visita guidata per la conoscenza diretta dei manufatti e degli arredi che dovranno usare, allo stabilimento produttivo della Zanutta spa di Dosson di Casier (Treviso) e alla sala mostra di Pordenone.

In dettaglio, il tema del workshop riguarda il progetto di un edificio residenziale in legno, di cui i futuri architetti dovranno proporre ciascuno due tipologie diverse dal punto di vista strutturale, delle finiture, dell’organizzazione degli spazi interni ed anche degli elementi di arredo. Nelle prossime due settimane gli studenti saranno impegnati nella progettazione e nella discussione in aula dei progetti che proporranno, come singoli o in gruppo, assistiti da un tutor didattico, a cui seguirà una settimana di lavoro autonomo prima della consegna degli elaborati finali prevista per il 24 settembre. Spetterà poi alla commissione valutatrice assegnare i premi in denaro ai primi classificati. Successivamente, tutti i progetti presentati verranno esposti in una mostra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Incidente mortale in piazzale D'Annunzio, perde la vita una donna

Torna su
UdineToday è in caricamento