Violenza domestica, Strasburgo condanna l'Italia per l'omicidio di Remanzacco

Nell'ambito della violenza domestica, questa è la prima condanna all'Italia da parte della Corte di Strasburgo

L'Italia è stata condannata dalla Corte europea dei diritti umani per la violazione di diversi articoli della convenzione europea.

Secondo la Corte, l'Italia non ha prontamente agito per proteggere una donna ed il figlio dagli atti di violenza domestica del marito causando l'assissinio del ragazzo ed il tentato omicidio della moglie.

Il caso in questione si riferisce a quanto avvenuto il 25 novembre 20013 a Remanzacco, quando il marito di Elisaveta Talpis, nonostante le continue richieste di intervento alle autorità da parte dei vicini, uccise il figlio 19enne e tentò di uccidere anche la madre a seguito della denuncia del marito da parte di Elisaveta.

Remanzacco: accoltella a morte il figlio e ferisce la moglie

Andrei Talpis e la famiglia, una storia di continue violenze

Omicidio di Remanzacco: Andrei Talpis condannato all'ergastolo

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Come far durare la tinta per capelli più a lungo anche d'estate

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Gianpiero, l'operazione è conclusa e riuscita

  • Scompare da casa e tenta il suicidio, i poliziotti la salvano per miracolo

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Incidente mortale in Slovenia, la vittima è un 48enne di Palmanova

  • Violento temporale si abbatte sulla Bassa Friulana, maltempo in arrivo anche a Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento