Vigile contro le nozze gay: arriva il provvedimento disciplinare

Il richiamo scritto è stato inviato per avere pronunciato, in presenza di un altro collega, delle frasi ritenute oscene contro il matrimonio gay

Una frase pronunciata senza pensare alle potenziali conseguenze probabilmente. Così che è cominciata la vicenda che vede protagonista un vigile urbano di Udine, che qualche mese fa, parlando con un collega, si è lasciato andare in commenti volgari sui matrimoni gay celebrati in altri paese. Il collega, indignato da quelle frasi, ha così riferito al comandante che, detto fatto, ha firmato una nota e la invia all'ufficio del comune che si occupa dei provvedimenti disciplinari.

A distanza di qualche mese, dalla nota del comandante, è partito un richiamo scritto nei confronti dell'agente della polizia municipale. Il vigile però non si arrende e si prepara a presentare ricorso contro il richiamo, convinto che le sue parole non meritino punizione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge d'acqua dolce in Friuli: ecco dove fare il bagno

  • Aumentano i contagi in Croazia: Lubiana pensa a toglierla dall'elenco dei paesi "sicuri"

  • "Centro stupri": sospesa la licenza al locale che ha accettato la prenotazione

  • Moto contro auto a Udine, centuaro in ospedale in gravi condizioni

  • Colto da un malore in moto, deceduto un uomo

  • Spara due volte alla moglie poi si toglie la vita, gravissima una donna originaria di Lusevera

Torna su
UdineToday è in caricamento