Terremoto, la voce dell'Orcolat del 1976 raccontata in un videoclip

Mario Garlatti, il "ragazzo" che registrò in circostanze fortuite voci e rumori del sisma, e sua moglie, la compositrice Barbara Sabbadini, hanno pensato di dare un loro personale contributo al Ricordo

In occasione del 40° anniversario del Sisma del 1976, Mario Garlatti, il “ragazzo” che registrò in circostanze fortuite la voce dell'Orcolat, e sua moglie, la compositrice Barbara Sabbadini, hanno pensato di dare un loro personale contributo al Ricordo. 

Il filmato, girato fra Portis, Venzone e Artegna, vede come protagonista lo stesso Mario Garlatti e prende vita proprio dalle note di “Wish you were here” dei Pink Floyd di quel tristemente famoso riversamento. Un intreccio di testimonianze dirette e indirette che, attraverso la musica della Sabbadini e gli occhi di Mario Garlatti, condurrà lo spettatore a rivivere sia la tragicità di quella sera che la grande forza di riscatto che i friulani seppero dimostrare. Una ferita indelebile ma anche un esempio di rinascita da tramandare con orgoglio alle nuove generazioni. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La realizzazione del video - nato dal brano “Il Tempio del Ricordo”, scritto dalla stessa Sabbadini in memoria delle vittime del Terremoto del Friuli - è stata diretta dal video reporter Giancarlo Virgilio e si avvale, oltre alle immagini realizzate con il contributo di Fabio Pappalettera, anche del materiale di repertorio messo gentilmente a disposizione dalla Cineteca di Gemona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trans nuda in mezzo alla strada, un carabiniere chiede 1 milione di risarcimento danni

  • Dà fuoco al marito cospargendolo di benzina, è madre di due ragazzi udinesi

  • Delitto Orlando, Mazzega si è suicidato

  • Schianto mortale sulla Ferrata, perde la vita a soli 22 anni

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Terrore in pasticceria, i clienti si nascondono in bagno

Torna su
UdineToday è in caricamento