Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A casa per sempre", il grido delle partite Iva che parte da Udine

Un gruppo di liberi professionisti di Udine ha messo online alle 12.30 di oggi un video per tenere alta l'attenzione sulle figure dei liberi professionisti, rimasti senza tutela

 

Un flash mob virtuale, che ha coinvolto il mondo delle partite Iva: un video creato ad hoc e postato alle 12.30 di oggi sui profili Facebook di tutti gli aderenti, per far passare il messaggio di non dimenticarsi di una certa parte di lavoratori.

Il video

L’idea del video è nata da un gruppo di Partite Iva di Udine che in questi giorni si è a lungo confrontato sulla condizione di questa categoria di lavoratori. Si tratta di un gruppo trasversale, di persone che svolgono lavori e professioni molto diversi. Alcuni di loro, infatti, svolgono ancora il proprio lavoro per sopperire alle necessità della popolazione in un momento tanto difficile, altri sono a casa già da alcune settimane per fare la loro parte nel modo in cui è stato chiesto dalle istituzioni. Nel corso degli incontri online sono emerse varie opinioni e preoccupazioni.

Le preoccupazioni

«Che i detentori di partita IVA siano privi di tutele è una cosa nota ma forse non abbiamo saputo mai farci sentire. Siamo una categoria quasi invisibile alle istituzioni e una categoria di lavoratori che molte persone ritengono quasi “privilegiata” trascurando il fatto che non abbiamo praticamente alcuna forma di sostegno in caso di malattia, gravidanza, periodi di disoccupazione. Ma anche noi abbiamo bisogno del sostegno delle istituzioni per poter riprendere, quando finalmente arriverà il momento, a fare le nostre attività che in sostanza sono servizi alla popolazione».

Questo il messaggio dei liberi professionisti di Udine.

«Vorremmo che questa situazione drammatica fosse anche l’opportunità affinché finalmente le istituzioni competenti inizino a prendere in considerazione di garantire delle tutele anche per i lavoratori autonomi, i professionisti e i piccoli imprenditori che in Italia sono una fascia importante della popolazione attiva. Con questo video abbiamo voluto sensibilizzare le persone cercando di far immaginare come sarebbe l’Italia se noi non riuscissimo a ripartire dopo questo duro periodo. E la prospettiva credo sia abbastanza triste.
Vorremmo che ci fosse più equità nel trattamento delle varie categorie di lavoratori e abbiamo predisposto anche una serie di proposte concrete che abbiamo inviato a organi sindacali competenti sperando che la nostra voce sia ascoltata. In attesa che le proposte arrivino a chi di dovere abbiamo voluto parlare direttamente alle persone
».

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento