Cultura, da Coseano alla 'conquista' dell'Europa

L'Associazione Artemisia Berlin propone una serie di viaggi per andare alla scoperta delle città più suggestive del Vecchio Continente, con l’obiettivo di far scoprire i luoghi più nascosti

Il mercato saint Ouen di Parigi

C’è un’associazione, nel cuore del Friuli Collinare, che accompagna gli appassionati di arte e di viaggi alla scoperta delle capitali europee e non solo. Si tratta di Artemisia Berlin, sodalizio con sede a Coseano, attiva su tutto il territorio regionale con iniziative legate al mondo della cultura e delle abilità umane.

Artemisia propone una serie di viaggi per andare alla scoperta delle città più suggestive del Vecchio Continente, con l’obiettivo di far scoprire i luoghi più nascosti e di svelarne le peculiarità artistiche. 
La prima meta in agenda è Londra, dal 16 al 18 gennaio. Un weekend culturale che ai partecipanti di conoscere da vicino la capitale britannica: dall'arte custodita in città, alla Tate e alla National Gallery, fino alle mete dello shopping più cool.
Le proposte di Artemisia proseguono sulle tracce delle bizzarre architetture di Hundertwasser e della fervente cultura mitteleuropea, con la scoperta con le visite al palazzo della Secession e al Museo di Storia dell’Arte. In un’unica parola Vienna, capitale dell’Austria, dal 20 al 22 febbraio.

Con l'arrivo della primavera, a marzo, al via le proposte più varie di carnet de voyage: un diario del viaggiatore dallo stampo artistico, attraverso il quale i partecipanti saranno invitati a esprimere le proprie emozioni su carta, rappresentandole sotto forma pittorica. Un modo diverso e originale di viaggiare, capace di rendere unico e irripetibile ogni spostamento. Prima tappa Lisbona per proseguire con Barcellona. Nei mesi successivi Artemisia sarà in Sicilia, a Istanbul, Roma, Parigi, Berlino, Amsterdam, Praga per volare fino in Marocco, a ottobre.

Per info: artemisiaberlin.com, associazione42opera@gmail.com, Paolo Klavora (335.7886042) o Laura Di Bidino (340.9912467).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Canta il coro gospel, più di 10 intossicati finiscono in ospedale

Torna su
UdineToday è in caricamento