Friuli Doc in via Poscolle, le auto dei residenti in "ostaggio" della manifestazione

Nessuna comunicazione ufficiale e nessuna disposizione per chi, nella zona dello storico borgo, vorrebbe accedere al garage

Via Poscolle

Friuli Doc da quest'anno è anche in via Poscolle, ma la novità disorienta coloro che sono in possesso di un posto auto sulla strada e in via del Freddo. Potranno accedere o no ai loro garage o saranno "ostaggi" della manifestazione per tutta la sua durata? "Non ci sono informazioni sulla chiusura della strada - ci spiega un residente -, non ci sono cartelli a riguardo (che invece erano stati predisposti per i lavori di ripavimentazione), non sappiamo se possiamo passare con le automobili". Il problema non è secondario, anche perché i dintorni non abbondano di posti di sosta gratutiti. In più, se consideramo che nei giorni della festa la città sarà invasa dalle vetture, si sta poco a capire a che livello sarà il disagio nel caso in cui l'accesso alla strada dovesse essere vietato.

La risposta del Comune

La mappa di Friuli Doc

Friuli Doc 2019: il programma completo

Polizia locale

Sul tema la Polizia locale non ha ancora espresso comunicazioni ufficiali. "Fino a venerdì - precisa il residente - al comando non c'era nessuna novità". Quali le ipotetiche soluzioni? "Predisporre dei pass per accedere ai nostri garage - riflette il residente - facendo lo slalom tra i partecipanti e i gazebo, oppure dimenticarsi l'auto per cinque giorni, con tutte le limitazioni che ne conseguono". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

Torna su
UdineToday è in caricamento