Entrano senza permesso e devastano la palestra: danni per 30 mila euro

Atti di vandalismo a Ronchis all'interno della struttura comunale da poco ristrutturata

Fotografie del sindaco di Ronchis, Manfredi Michelutto 

Parquet bruciato - forse interamente da sostituire - e danni quantificati in 30 mila euro. Questo, il frutto dell'incredibile atto di vandalismo che si è verificato ieri sera, martedì 10 luglio, all'interno della palestra comunale di Ronchis che da poco aveva sostituito il pavimento da gioco. Gli ignoti, una volta entrati abusivamente, avrebbero accatastato alcune sedie e oggetti al centro del campo dando poi fuoco alla catasta. Gli stessi, poco dopo, avrebbero poi spento le fiamme utilizzando i bocchettoni antincendio appesi sulle pareti.

L'indagine

Le indagini sono ora affidate ai militari del Comando dei carabinieri della Compagnia di Latisana. A denunciare lo spiacevole episodio è stato lo stesso sindaco di Ronchis, Manfredi Michelutto. In attesa che gli autori dello scempio si facciano avanti assumendosi le proprie responsabilità, al fine di riconoscere i responsabili, i militari dell'arma utilizzeranno le immagini di videosorveglianza privata presenti nella zona. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ragazzi passano il tempo in palestra: danni per 30 mila euro-3Ragazzi passano il tempo in palestra: danni per 30 mila euro-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Coronavirus: salgono a 1436 i casi positivi, 119 in più in un solo giorno

  • L'Ospedale cerca personale sanitario, la Casa di Cura lo mette in cassa integrazione: è scontro

  • Triatleta corre 16 km in giardino «per le persone in prima linea per la nostra salute»

  • Non resiste alla quarantena, apre il bar e si trova con gli amici

  • Coronavirus, i contagi aumentano ancora e passano quota 100

Torna su
UdineToday è in caricamento