Pochi casi "no vax" in Friuli, i presidi: "Rispettiamo la legge"

A una bambina a Latisana è stato impedito l'ingresso a scuola

In Friuli Venezia Giulia "non mancano casi" di alunni non vaccinati, ma "per quel che mi risulta sono pochi". I bimbi degli istituti dell'infanzia, le cui famiglie non hanno ancora provveduto a consegnare la certificazione di avvenuta vaccinazione, "non potranno accedere a scuola": "noi siamo pubblici ufficiali, in quanto dirigenti scolastici, e applichiamo la norma". Lo ha detto la presidente dell'Associazione nazionale presidi Fvg, Teresa Tassan Viol, nella giornata di ieri in cui scadevano i termini per la presentazione delle certificazioni vaccinali, senza le quali i bimbi dell'infanzia non potranno accedere a scuola e a quelli della scuola dell'obbligo sarà applicata una sanzione. Ieri mattina, verso le 8.30, i Carabinieri del Comando di Latisana sono intervenuti in una scuola dell'infanzia a causa dell'insistenza di una mamma a far accedere la figlia in classe, nonostante fosse priva di documentazione di avvenuta vaccinazione. Alla donna è stato fatto presente che l'accesso non era consentito ed è andata via con la figlia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento