Usura, reanese condannato a 3 anni e 6 mesi in Corte d'Appello

Si conclude così la vicenda processuale che vedeva coinvolto Paolo Braidich, giudicato responsabile di usura nei confronti di un commerciante di auto e caravan della zona del remanzacchese

Giunge alla conclusione l'iter processuale della vicenda che ha visto come protagonista Paolo Braidich di Reana del Rojale,  accusato a suo tempo del reato di usura, commesso ai danni di un commerciante di caravan e auto del remanzacchese.

Le conclusioni processuali del Tribunale di Udine  sono state parzialmente riformate dalla Corte d'Appello di Trieste, mantenendo la confisca di molti beni sequestrati dai Carabinieri nel corso di un'operazione avvenuta l' 8 Marzo 2008 a Reana.

Paolo Braidich è stato confermato colpevole anche in secondo grado, con la condanna alla pena della reclusione di anni anni 3 e mesi 6,  per cui risultano ancora da scontare quasi 2 anni, motivo per cui e' stato tratto in arresto il secondo giorno dell'anno nuovo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento