Sequestrato il padiglione di Norcia ricostruito dai friulani con Boeri, La7 e Corriere della Sera

Il Centro per le emergenze, ricostruito dopo il sisma del 2016, è stato sequestrato perchè accusato di essere una struttura permanente e non temporanea. La Filiera del Legno FVG "Edificio smontabile. Indignati dal sequestro di un luogo antisismico divenuto punto di riferimento per la comunità"

Il Centro per le emergenze di Norcia

La Procura di Spoleto ha sequestrato il centro polifunzionale di Norcia ricostruito dai friulani della Filiera del Legno FVG e progettato gratuitamente dall'Arch. Stefano Boeri grazie alla solidarietà degli italiani nella raccolta fondi "Un Aiuto subito" di Corriere della Sera e TG La7.

La ricostruzione

I costruttori friulani della Filiera, hanno ricostruito l'intero padiglione in tempi da record per garantire un luogo sicuro alla comunità pesantemente colpita dal sisma del 2016.

I sigilli, apposti alla struttura in legno inaugurata il 30 giugno scorso, metterebbero in discussione il carattere temporaneo dell'edificio.

La dichiarazione

"Questa notizia ci sconvolge e mette nuovamente a terra una comunità che sta ripartendo. La nostra preoccupazione ora va alla popolazione che ha vissuto una vicenda drammatica e si vede privata dell'unico luogo di aggregazione sicuro e antisismico, ricostruito secondo le indicazioni e l'ordinanza del commissario straordinario della ricostruzione Vasco Errani - afferma Matteo Marsilio, capofila della Filiera del Legno - Il centro ha permesso lo svolgimento di manifestazioni ed iniziative che hanno hanno fatto respirare il tessuto socio-economico di Norcia. Il carattere temporaneo dell'edifico e la sua smontabilità sono evidenti per chiunque acceda alla struttura che è stata infatti progettata tecnicamente apposta per questo, per essere spostata e rimontata al termine dell'emergenza".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Mi vergogni di jessi talian! E soredut, come furlan, di jessi stât cjapât pal cûl dôs voltis de burocrazie taliane: la prime par vê dât bêz a la 7, e la seconde parcé che lis impresis che án fat il lavôr e jerin furlanis! Vergogne! Vergogne! Vergogne!

  • le macerie invece rimangono al suo posto e magari si richiede pure le tasse a persone che hanno perso tutto? E si blocca una struttura che aiuta la speranza delle persone? complimenti, ormai abbiamo perso il senso della misura e comunque un ennesimo fatto che indica che è più facile accanirsi verso il popolo che ha necessità che occuparsi di altro.........

  • Con tante cose che dovrebbero vedere è indagini lunghissime che alla fine portano all'archiviazione per decorrenza dei termini, stra abusando della prescrizione e si vanno a perdere su queste cose. Ci vuole un organismo che valuti la magistratura.

  • Dobbiamo fallire! Questo paese (volutamente in minuscolo) merita di fallire.

  • italia...povera Italia. .

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bambina di due anni cade dal balcone e fa un volo di tre metri

  • Eventi

    Udine ha di nuovo la sua arena estiva, 60 film in programma al giardino "Loris Fortuna"

  • Incidenti stradali

    Scontro tra scooter e auto a Terenzano, 17enne ferito gravemente

  • Cronaca

    «Ricoverata in ospedale a causa delle vibrazioni che fanno ballare la casa»

I più letti della settimana

  • Overdose per un 22enne, muore nello scantinato dei parenti

  • All'estero mentre percepivano la disoccupazione, nei guai 30 persone

  • Incidente a Collalto di Tarcento, morto il motociclista coinvolto

  • Incidente a Collalto di Tarcento: grave un motociclista

  • Chiude per sempre la serranda viola, fallita la Lavanda di Venzone

  • Sprofonda nel letame e rischia di morire, salvato dal vicino di casa

Torna su
UdineToday è in caricamento