Botti e petardi di San Silvestro, oltre 120 chiamate alle forze dell'ordine

Niente ferite o conseguenze gravi da registrare, ma molti cittadini hanno chiamato i centralini di Polizia Municipale, Carabinieri e Polizia stradale per lamentare l'eccessivo frastuono causato dai vicini di casa.

Nessun incidente legato all’uso dei fuochi artificiali o dei botti di Capodanno a Udine e provincia, ma molto livore sotterraneo, fatto “esplodere” al momento opportuno al posto dei tanto temuti petardi, in particolar modo se a festeggiare in modo giudicato troppo rumoroso è stato il vicino di casa.

I centralini di Carabinieri, Polizia municipale e Polizia stradale hanno infatti iniziato a squillare poco dopo la mezzanotte,  a causa di numerose telefonate di cittadini che mal digerivano il chiasso provocato dai dirimpettai. Complessivamente sono state oltre 120 le segnalazioni legate al tipo di disagio descritto.

Trattasi di oltre 120 esagitati che non hanno saputo tenere a freno gli istinti infantili, e hanno dovuto per forza creare situazioni difficilmente sostenibili dal punto di vista acustico o c’è un po’ troppa gente che ha problemi di socialità?

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Al via stasera su Sky la mini serie dedicata al Mostro di Udine

  • Cronaca

    Cerca di passare la frontiera con la carta d'identità ritoccata, arrestato

  • Cronaca

    FOTONOTIZIA "Salvini muori", la scritta sui muri della sede leghista

  • Cronaca

    "Treno fantasma" da Udine a Capriva, la procura avvia un'inchiesta

I più letti della settimana

  • La serie tv del Mostro di Udine dalla prossima settimana su Sky

  • Dopo le grandi città tursitiche, è Lignano a dotarsi del sistema di self check-in e check-out

  • Rissa fra giovani in piazza Matteotti

  • Ubriaco alla guida: provoca un incidente, scappa, perde la targa e si schianta

  • Camion incastrato nel sottopassaggio di piazzale Cella

  • Sposa un'italiana per il permesso di soggiorno e poi la picchia e la violenta

Torna su
UdineToday è in caricamento