Ubriaco fugge dai carabinieri e si mette il pigiama

Protagonista dell'incredibile fuga un giovane cuoco di Ruda. Prima ha eluso il loro "alt", poi, ha provato un'improbabile messa in scena

Fugge da un controllo scatenando un inseguimento terminato solo poco dopo a casa sua. Erano circa le 3 e mezza quando i carabinieri della Stazione di San Canzian della Compagnia di Monfalcone hanno alzato la paletta intimando ad un automobilista di accostare. Alla guida di una Fiat punto c'era un giovane cuoco 24enne di Ruda. Il ragazzo prima ha iniziato a rallentare, fingendo di posteggiare, poi, una volta avvicinatosi il militare, ha schiacciato la tavoletta ripartendo a tutto gas, dando vita ad un inseguimento "a tutta birra".

Il giovane, nel tentativo di seminare i tutori dell'ordine, ha commesso diverse manovre pericolose: ha superato alcune vetture ad un incrocio e, addirittura, ha proseguito la sua marcia oltrepassando un semaforo rosso. Appena giunto a casa, ha lasciato un incolpevole passeggero all'interno dell'abitacolo e si è diretto in tutta fretta in camera. Il goffo piano era il seguente: infilarsi il pigiama per fingere di essere stato sempre a letto. 

I carabinieri, non appena il padre, attonito, li ha fatti entrare, hanno provveduto a sottoporre il figlio al controllo dell’etilometro riscontrando un tasso alcolico doppio rispetto al massimo consentito. E' scattato dunque l'immediato ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza e gli sono stati consegnati i verbali per: inottemperanza all’alt, sorpasso alle intersezioni, passaggio con luce rossa al semaforo e inosservanza dell’obbligo di fermarsi allo stop.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • L'accusa shock di una figlia: «Mio padre mi ha quasi uccisa picchiandomi»

Torna su
UdineToday è in caricamento