Truffa della postepay, un pensionato carnico perde 3mila e 700 euro

L'uomo aveva messo in vendita un set di cerchioni su una piattaforma on line finendo per pagare ai suoi finti acquirenti la cifra che pretendeva lui

Nuova truffa del Postamat in provincia, questa volta nella zona della Carnia. A farne le spese un 73enne, che si è visto sottrarre 3mila e 700 euro. Gli autori dell'inganno sono stati scoperti oggi dai carabinieri della Stazione di Tolmezzo, che hanno denunciato in stato di libertà - per l'ipotesi di reato di truffa a mezzo di strumenti informatici - un cittadino italiano di 48 anni, residente nella provincia di Varese, e il suo complice, un cittadino rumeno di 53 anni residente nella provincia di Modena.

L'azione

I due, in concorso tra loro, sono riusciti a trarre in inganno l'anziano - che aveva messo in vendita su una piattaforma on-line un set di cerchioni in lega completi di pneumatici - inducendolo a ricaricare le loro postepay per un totale di euro 3mila e 700 euro. Entrambi i soggetti risulatano pregiudicati per reati analoghi. I militari dell’Arma del capoluogo Carnico, da tempo molto attivi nel contrastare questo genere di reati, acquisita la denuncia dalla parte offesa, verso la fine del marzo scorso sono riusciti a risalire all’identità dei due truffatori. 


 

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Giornata no per i locali lignanesi, chiusi il Mr. Charlie e La Pagoda di Pineta

  • Va dal medico perché in sovrappeso, scopre di essere incinta al settimo mese

  • Ruba un'auto, sperona i carabinieri e poi cerca di rubargli la pistola, arrestato

Torna su
UdineToday è in caricamento