Truffa dell'incidente a Tarcento, questa volta va male ai ladri

I malviventi hanno preso di mira una 80enne. La donna non ha consegnato il denaro richiesto e i parenti hanno denunciato l'episodio ai carabinieri

Ancora una “truffa dell’incidente” in Friuli, ma questa volta si è trattato solo di un tentativo andato a vuoto. A essere presa di mira, nei giorni scorsi, è stata una 80enne tarcentina. Lo schema è stato quello di sempre. La donna ha ricevuto una chiamata da parte di un fantomatico avvocato che la avvisava del coinvolgimento del figlio in un sinistro stradale.

Decine di vittime: fermati i truffatori

«Ci deve 16mila euro per l'incidente di sua figlia»

Il dialogo

«Per sistemare la situazione saranno necessari 1000 euro come cauzione» ha detto l’impostore al telefono. Da lì a poco si è presentato all’uscio dell’anziana un uomo distinto per chiedere il denaro. Per fortuna la donna non aveva la somma con sé, e di conseguenza non ha potuto saldare. Una volta andatosene l’emissario la signora ha avvertito i parenti, che hanno compreso la situazione e denunciato l’episodio ai carabinieri della stazione locale. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento