L'amministrazione corre ai ripari per piazza XX Settembre

L'amministrazione sta analizzando le vie migliori per la ripresa più celere possibile del cantiere

Foto d'archivio

Il Tribunale di Gorizia ha dichiarato il fallimento di Edilfognature s.r.l. società appaltatrice dei lavori di riqualificazione di Piazza XX Settembre e vie adiacenti. Per questo motivo i lavori sono momentaneamente sospesi. È così dopo l'anticipazione di ieri arrivata da parte del consigliere Matteo Muser via Facebook oggi c'è l'ufficializzazione della notizia da parte del sindaco di Tolmezzo. 
In queste ore l’amministrazione cittadina, di concerto con l’Ufficio Opere Pubbliche e il Direttore dei lavori sta analizzando le vie migliori per la ripresa più celere possibile del cantiere. A tale scopo il primo passo è stato quello di avviare un contatto anche con il curatore fallimentare per vagliare tutte le ipotesi in campo.
"L’obiettivo è uno solo: trovare la via più diretta per terminare la piazza, per questo non lasceremo nulla di intentato", spiega il Sindaco Francesco Brollo. “Come si sa, tra il dire e il fare c’è la legge, che per gli appalti pubblici prevede norme precise e restrittive ma, nel solco delle norme stesse, troveremo la soluzione migliore. I cittadini, i commercianti e l’amministrazione stessa stanno subendo i disagi di questa situazione e vogliamo che la Città possa al più presto avere un luogo indispensabile per ridare vitalità al centro”, ha aggiunto il Sindaco.

Cronistoria. L’opera di riqualificazione di Piazza XX Settembre e delle via adiacenti nel capoluogo comincia nel 2009 con l’assegnazione del contributo e con l’affidamento per l’incarico di progettazione fu inserita nel piano delle Opere Pubbliche del comune nel 2010, anno in cui fu approvato il progetto preliminare, progetto che nella sua versione esecutiva fu poi avvallato con delibera di giunta nell’aprile 2012. Al dicembre 2012 risale invece l’aggiudicazione definitiva dei lavori alla impresa Edilfognature. In seguito, a causa del patto di stabilità, l’opera è rimasta in sospeso. Nel 2015 sono stati consegnati i lavori che nella prima fase hanno interessato la Corte del Romitorio (conclusi  nel dicembre 2015) e Via Spalto (conclusi a giugno 2017). Il 13.12.2016 la Giunta comunale ha approvato la variante al progetto originario, prevedendo la collocazione di 18 posteggi, l’installazione di una fontana, l’eliminazione della grande meridiana e la sostituzione della colonna gravida con una scultura. 
In questi giorni era previsto l’ultimazione della posa della copertura della Piazza, per poi passare alla pavimentazione di tratti di via Cavour, Del Din e infine di Via Roma ed Ermacora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • 50 ettolitri di vino "abusivo" in una cantina, maxi multa per il proprietario

Torna su
UdineToday è in caricamento