Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'audio integrale del terremoto del Friuli del 1976

La sera del 6 maggio di 38 anni fa, un ragazzo di Udine, Mario Garlatti, imprigionò per una serie di coincidenze ‘l’urlo dell’Orcolat’. Mario, all'epoca 18enne, alle 21.00 era nella sua casa di Udine in via Bernardinis e stava riversando l’album ‘Wish you were here’ dei Pink Floyd da vinile a cassetta. All’arrivo della scossa saltò subito la corrente, ma il mangiacassette, dotato di pile, continuò la sua registrazione. Lo straordinario documento audio ci ripropone il terrore vissuto dalla famiglia Garlatti e soprattutto l’intensità e la durata del sisma (di circa un minuto) che, attraverso il ticchettio del braccetto del giradischi sul vinile, ci viene quasi ‘stenografata’. Nel video la registrazione integrale del sisma e l'intervista a Mario Garlatti

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento