Talmassons: la crisi colpisce ancora, suicida un imprenditore

L'uomo, un 67enne con un'impresa nel settore dei mobili a Lauzacco, è stato trovato in un capannone dismesso alle porte del paese della Bassa friulana

Un altro lutto causato dalla crisi economica, questa volta nel mondo del mobile e dell'arredo. A togliersi la vita - in un capannone dismesso alle porte di Talmassons - è stato Ado Costantini, 67enne titolare della "Softline All Kit", realtà attiva nella zona produttiva di Lauzacco di Pavia di Udine.

Pare siano state proprio le difficoltà dell'azienda a spingerlo a compiere il tragico gesto. I carabinieri non hanno trovato nessun messaggio di addio che spiegasse tale gesto. L'uomo aveva fatto perdere le sue tracce nella mattinata di lunedì. 

I familiari hanno così dato l'allarme, attivando la macchina dei soccorsi. Si sono attivati i carabinieri della stazione di Manzano, che hanno raccolto la denuncia di scomparsa e quelli della stazione di Mortegliano, supportati dalla polizia locale dei Comuni di Talmassons e Mortegliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Si sente male mentre è al bar, malore fatale per un 59enne

  • Udine trasgressiva, le escort raccontano le abitudini dei friulani

Torna su
UdineToday è in caricamento