Salmè invitato a non presentarsi alla cerimonia del 25 aprile

A comunicarlo, con una nota intitolata "Il coraggio della libertà", lo stesso candidato a sindaco di Udine ed esponente politico di Fiamma Nazionale

Questa mattina il segretario provinciale di Fiamma Nazionale,  Angelo Mecca, è stato convocato in Questura per essere informato che la presenza in piazza Libertà di Stefano Salmè durante la cerimonia della Liberazione non sarà gradita. "Mi hanno invitato - spiega Salmè-, a non andare in piazza durante la manifestazione del 25 aprile. Era mia intenzione, da cittadino italiano, presenziare alla cerimonia con in braccio la bandiera tricolore. Avevo espresso infatti la volontà, da candidato sindaco di Udine, di fare un gesto di omaggio ai partigiani bianchi che hanno difeso con il proprio sangue l'italianità della nostra regione."

"Invece, mi viene vietato.- precisa Salmè-. Ora nei prossimi giorni deciderò la scelta giusta da prendersi, spinto da un lato a risparmiare alla mia famiglia il calvario che mi attenderebbe se decidessi di esercitare un mio diritto calpestato, dall'altro, ricordando il sacrificio dei nostri nonni per garantirci libertà e democrazia."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 15 luoghi da non perdere in Friuli Venezia Giulia

  • Spiagge d'acqua dolce in Friuli: ecco dove fare il bagno

  • Cinque camminate facili a Udine e dintorni, alla ricerca del fresco

  • Friuli circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Coronavirus, aumentano anche in Fvg i positivi e nuovi contagi

  • Aumentano i contagi in Croazia: Lubiana pensa a toglierla dall'elenco dei paesi "sicuri"

Torna su
UdineToday è in caricamento