Friuli Venezia Giulia da record: terza regione per l'incremento degli ingressi ai Musei

Se la crescita media nel Belpaese si attesta al 7,3%, il Friuli Venezia Giulia si porta ad un impressionante +23,34. E' la terza regione a registrare aumenti così significativi fra i visitatori dei musei statali

Nel primo semestre del 2017 nella Penisola i visitatori dei musei statali crescono del 7,3% rispetto allo stesso periodo del 2016. Con oltre 23 milioni di ingressi, quasi 2 milioni in più rispetto all’anno scorso e 4 milioni in più rispetto al 2014 pre riforma, i luoghi della cultura statali si apprestano a registrare un’altra annata da record. La rivoluzione museale sembra dare i suoi frutti. A dirlo la rilevazione da parte dell’Ufficio Statistica del Mibact dei visitatori e degli introiti nei musei, monumenti e aree archeologiche statali tra gennaio e giugno del 2017, quando 23.213.288 ingressi hanno portato introiti per 88.708.038 euro, con un aumento rispettivamente del 7,3% (visitatori) e del 17,2% (incassi) rispetto al medesimo periodo del 2016.

Tra le regioni più dinamiche per aumento di visitatori si segnalano in Italia Liguria (+33,5%), il Veneto (+26,8%) e il Friuli Venezia Giulia (+23,34). Evidenti invece le conseguenze del terremoto del Centro Italia nella flessione dei visitatori in Umbria (-18,3%), Marche (-16,6%) e Abruzzo (-15,6%).

Se al primo posto tra le regioni figura il Lazio, con 10.131.268 visitatori (+2,23%) e 36.220.370 euro di incassi (+14,7%), la Campania consolida la seconda posizione conquistata nel 2015 con 4.375.734 ingressi (+15,4%) e introiti per 19.689.195 euro (+17,6%), mentre terza è la Toscana con 3.443.800 biglietti (+11,7%) e 16.520.112 euro di incassi (+17,1%).

 "I dati sull'incremento dei visitatori nei musei, nei monumenti e nelle aree archeologiche statali diffusi dal ministero dei Beni e attività culturali collocano il Friuli Venezia Giulia al vertice in Italia, confermando come la regione sia sempre più attrattiva e ricercata" - ha evidenziato la presidente della Regione Debora Serracchiani, commentando i numeri che collocano la regione al terzo posto per aumento di visitatori dopo Liguria e Veneto nei dati resi noti dal Mibact: +23,34% rispetto al medesimo periodo del 2016, con un totale di 584.608 visitatori (e +10,66% per introiti).

"Sono numeri che leggiamo con soddisfazione, e che - ha indicato - vanno di pari passo con i confortanti risultati in ambito turistico". "L'aumento dei visitatori nei musei non solo ci fotografa in termini lusinghieri tra le regioni più dinamiche, ma ci dà anche conferme sul tipo di offerta gradita dai residenti e da chi viene da fuori regione: viene privilegiata e premiata la qualità. Una linea sulla quale la Regione ha puntato da tempo - aggiunge la presidente - nella convinzione che la qualità dell'offerta culturale sia uno dei fondamentali aspetti attrattivi del nostro territorio".

Per Serracchiani "c'è spazio per crescere ancora, ad esempio facendo sempre più sistema tra le competenze della Regione e i beni culturali che sono in capo allo Stato. Una via - ha concluso - che stiamo praticando con successo ad Aquileia".

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

  • Farmaci generici e di marca: sono davvero uguali?

  • Formiche in casa, i metodi naturali per allontanarle

I più letti della settimana

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

Torna su
UdineToday è in caricamento