La Slovenia dice si al matrimonio e alle adozioni per i gay

Svolta storica nella vicina repubblica. Le coppie omosessuali vedono i loro diritti equiparati a quelli delle coppie etero

Con i voti favorevoli di due terzi dei parlamentari - 51 sì contro 28 no - la Slovenia legalizza i matrimoni egualitari, diventando il primo stato dell’Europa centrale ad averli approvati, l'undicesimo in tutto il continente e il ventunesimo nel mondo. 

STESSI DIRITTI. È stato il partito Sinistra unita (Zl) a proporre un emendamento alla legge sui matrimoni e la famiglia in cui si fa riferimento al matrimonio solamente come unione tra uomo e donna, facendo in modo che le medesime condizioni venissero riconosciute anche a persone dello stesso sesso. Saranno così possibili anche le adozioni. 

FAVOREVOLI E CONTRARI. A favore dell’emendamento, oltre a ZI, si sono espressi i parlamentari della coalizione governativa (Partito del centro moderno, Socialdemocratici) e l’Alleanza per Alenka Bratusek. Il partito di coalizione Desus ha lasciato ai parlamentari la possibilità di votare secondo la propria coscienza. Contrari invece i partiti di centro-destra (Partito democratico sloveno e Nova Slovenija). Nel frattempo è già iniziata una raccolta firme per un referendum abrogativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 4 Ristoranti di Alessandro Borghese, ecco quali sono i locali in gara

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Guida Michelin, il Friuli Venezia Giulia si conferma con 10 stelle

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • Le migliori scuole di Udine e dintorni

Torna su
UdineToday è in caricamento