La Slovenia dice si al matrimonio e alle adozioni per i gay

Svolta storica nella vicina repubblica. Le coppie omosessuali vedono i loro diritti equiparati a quelli delle coppie etero

Con i voti favorevoli di due terzi dei parlamentari - 51 sì contro 28 no - la Slovenia legalizza i matrimoni egualitari, diventando il primo stato dell’Europa centrale ad averli approvati, l'undicesimo in tutto il continente e il ventunesimo nel mondo. 

STESSI DIRITTI. È stato il partito Sinistra unita (Zl) a proporre un emendamento alla legge sui matrimoni e la famiglia in cui si fa riferimento al matrimonio solamente come unione tra uomo e donna, facendo in modo che le medesime condizioni venissero riconosciute anche a persone dello stesso sesso. Saranno così possibili anche le adozioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FAVOREVOLI E CONTRARI. A favore dell’emendamento, oltre a ZI, si sono espressi i parlamentari della coalizione governativa (Partito del centro moderno, Socialdemocratici) e l’Alleanza per Alenka Bratusek. Il partito di coalizione Desus ha lasciato ai parlamentari la possibilità di votare secondo la propria coscienza. Contrari invece i partiti di centro-destra (Partito democratico sloveno e Nova Slovenija). Nel frattempo è già iniziata una raccolta firme per un referendum abrogativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento