Aquileia: ripartiti gli scavi delle Grandi Terme costantiniane

Al via una nuova attività condotta dall'università di Udine, sostenuta finanziariamente da Fondazione Aquileia e concordata con la Soprintendenza

Riprende da oggi ad Aquileia la campagna di scavo archeologico didattico condotta dal Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell'Università di Udine sul sito delle Grandi Terme costantiniane che, con i loro 25 mila metri quadrati di estensione, sono uno dei più vasti impianti termali pubblici dell'Italia settentrionale romana. La campagna - riferisce l'Università di Udine - vedrà, a settembre, la realizzazione di un importante intervento di restauro, sostenuto finanziariamente dalla Fondazione Aquileia e concordato con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia. L'intervento rappresenta la prima tappa delle attività di conservazione e valorizzazione, che progressivamente restituiranno sul terreno la pianta delle Grandi Terme e la disposizione dei loro vasti saloni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prova a truffare una ragazza in treno, poi la palpeggia e cerca di baciarla

  • Cronaca

    Nas, nel 2017 multe per 700mila euro e sequestri per 10 milioni

  • Cronaca

    Cede l'asfalto, chiusa l'autostrada A4 per ripavimentarla

  • Cronaca

    Erasmus spagnoli nei guai: la "fiesta" finisce male

I più letti della settimana

  • Da Udine parte la mobilitazione contro i panini di Bastianich

  • Scossa di terremoto nelle Alpi Giulie

  • Batteria Iphone esplosa a Martignacco: ferito un tecnico di laboratorio

  • Scossa di terremoto in Alto Friuli, epicentro a Tolmezzo

  • Bastianich e i panini del Mc Donald's, minacciata la nutrizionista udinese

  • Le sfondano il finestrino dell'auto, la terrorizzano e la rapinano

Torna su
UdineToday è in caricamento