Arrivò in Italia con 1 quintale di sigarette di contrabbando, in carcere dopo 8 anni

Un cittadino ungherese è stato intercettato a Nizza dalla Polizia. Nel 2009 venne scoperto alla frontiera friulana con le "bionde", dopo tutto questo tempo è finito in carcere per quella vicenda

Immagine di repertorio

Era arrivato in Italia con una “dote” di 140 kg di sigarette di contrabbando, ma la cosa non venne tanto apprezzata dal personale della Polizia di frontiera di Tarvisio, che lo bloccò con le 700 stecche al suo arrivo dall’Austria il 28 luglio del 2009. 

Si tratta di un cittadino ungherese, ora 63enne, condannato alla pena di 1 anno, 7 mesi e 6 giorni di reclusione, e nei cui confronti lo scorso 16 dicembre è stato emesso un ordine di carcerazione. L’uomo è stato intercettato a Nizza dal personale della Squadra Mobile di Udine, in collaborazione con la Polizia Giudiziaria del Settore Polizia di Frontiera di Ventimiglia.

Le indagini, esperite con il concorso dell’Interpol, hanno permesso di farlo arrestare e condurre al carcere di Sanremo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Taylor Mega fa il dito medio alla Polizia, cacciata in diretta da Canale 5

  • Nota artigiana udinese scompare da casa: l'appello del fratello

  • Pianista prodigio friulana a 10 anni rappresenterà l'Italia ad Amburgo

  • Decine di chili di pesce e carne scaduti al ristorante e serviti ai clienti

  • Addio al dottor Sacco, per anni un riferimento del reparto di oncologia

  • A Udine Rc auto più basse del 7%: il record va a una donna che guida una Yaris

Torna su
UdineToday è in caricamento