Sequestro di sigarette da record della Guardia di Finanza di Udine

I militari delle Fiamme gialle hanno bloccato un'organizzazione criminale di matrice ucraino-italiana, che operava tra l'est Europa, il Veneto e la Campania. In totale sono stati requisite 14 tonnellate di "bionde"

Maxi operazione della Guardia di Finanza di Udine, che ha portato al sequestro di 14 tonnellate di sigarette di contrabbando e all'arresto di 12 persone, ucraine e italiane. Il danno erariale è stimato in 2,5 milioni di euro, i tributi evasi in 2,8 milioni.

E’ il più grosso quantitativo di sigarette sequestrato negli ultimi vent'anni in Friuli Venezia Giulia. Il nostro territorio fungeva da punto di passaggio. Le "bionde" raggiungevano in seguito Padova, per poi essere stoccate e smistate in direzione Napoli. Nel capoluogo partenopeo veniva organizzata la vendita al dettaglio dei pacchetti, pagati dagli acquirenti 2 euro e 50 l’uno, la metà rispetto al prezzo in tabacchino.

I primi sequestri facevano pensare ad attività isolate, ma con l'intensificarsi di questo genere di traffico i militari delle Fiamme Gialle hanno riconosciuto la stessa matrice. Da quel momento si è avuta la percezione chiara di una struttura ramificata, funzionante secondo quelle che sono le dinamiche mafiose. Per questo motivo, dopo che in un primo momento il coordinamento delle indagini faceva capo alla Procura di Udine, successivamente è passata sotto la direzione della Direzione Distrettuale Antimafia di Venezia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

Torna su
UdineToday è in caricamento