Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO Sequestro di quasi 7mila mascherine, in vendita con ricarico del 400 per cento

L'operazione, tra le province di Udine, Pordenone e Venezia, è stata messa a segno dalla Compagnia della Guardia di finanza di Latisana

 

Approfittando dell'emergenza vendevano mascherine chirurgiche con un ricarico del 400 per cento. La Compagnia di Latisana della Guardia di Finanza ha eseguito, tra le provincie di Udine, Pordenone e Venezia, alcune perquisizioni con i conseguenti sequestri. In totale sono state bloccate 6.816 mascherine monouso di tipo chirurgico. La pratica scorretta è sanzionata dal codice penale, che prevede la reclusione da sei mesi a tre anni e un'ammenda che va da 516 euro a 25.822 euro. In seguito all'operazione l'autorità giudiziaria di Udine ha provveduto a disporre la vendita coattiva delle merci (a prezzo di produzione e quindi a poche decine di centesimi) in favore degli enti preposti specificamente al contrasto della pandemia, nonché all'assistenza della popolazione civile.

Le aziende coinvolte

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento