Treppo Carnico: sequestrati 15 chili di marijuana e delle munizioni

L'operazione della Polizia di Stato ha visto l'arresto di un 32enne residente in Carnia. La scoperta è stata fatta seguendo la pista di un'altra indagine. Nell'inchiesta coinvolte altre due persone

Sequestrati a Treppo Carnico, con un'operazione che si è conclusa la mattina  del 18 dicembre, 15 chili lordi di marijuana, un bilancino di precisione e 30 cartucce calibro 12. Detentore del materiale il 32enne M.A., residente ad Arta Terme, ma di fatto domiciliato nel comune confinante.

Un caso di "serendipità": così il vice Questore aggiunto Miconi ha definito l'operazione messa a segno dai suoi uomini. La scoperta è stata infatti possibile grazie a un'altra indagine, avviata in seguito a un furto avvenuto nella notte tra il 6 e il 7 novembre agli uffici comunali di Arta Terme, dove erano stati rubati 6.000 euro in contanti  e due fotocamere digitali.

Grazie alle telecamere di sorveglianza del paese, installate pochi giorni prima, era stata notata un automobile sospetta che viaggiava a fari spenti durante la notte, proprio la fascia oraria nella quale si era verificato l'episodio incriminato.

Identificato il conducente in M. A. è scattata la prima perquisizione a casa, dove è stata si scoperta una delle digitali trafugate, ma sono stati trovati anche 6 chili di vasi con alcol e marijuana, 5 chili e mezzo di piante di canapa indiana, un bilancino di precisione e le cartucce.

In seguito all'episodio Agosta non è stato arrestato, ma denunciato a piede libero, e la mossa si è rivelata vincente per gli investigatori. E' stata così operata un'altra perquisizione a casa di un amico, sempre a Treppo Carnico, che ha permesso di recuperare il resto del materiale sequestrato.

Oltre a M.A., cui sono contestati i reati di furto, detenzione a fini di spaccio e detenzione di munizionamento, ci sono altre due persone coinvolte, la cui posizione verrà chiarita a breve.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Una stupefacente immagine del Friuli su "Le foto che hanno segnato un'epoca"

Torna su
UdineToday è in caricamento