La gita non è prevista, genitori e insegnanti si autogestiscono

È accaduto alle classi seconde delle elementari "Ada Negri" di Udine, dove i genitori hanno colto l'occasione per fare gruppo dando una bellissima lezione ai propri bimbi

La scuola ritiene che non ci siano le condizioni per mandare le classi in gita e i genitori si autogestiscono, organizzando un'uscita didattica perfettamente riuscita insieme agli insegnanti. 

Il caso

I motivi possono essere diversi, economici, comportamentali o organizzativi. Quindi accade spesso che alcuni studenti non riescano a godere di uno dei loro privilegi, ovvero quello della gita scolastica. È quanto è accaduto anche alla scuola elementare "Ada Negri" di Udine, dove i bimbi delle classi seconde non hanno potuto effettuare l'annuale gita organizzata dall'istituto così i genitori hanno messo a punto un perfetto piano "b".

L'autogestione

Come altrettanto spesso accade, un'occasione negata è diventata un'opportunità. L'idea è nata dai rappresentanti di classe che hanno deciso di autogestirsi per cementare il bel rapporto nato tra le famiglie. Prima sono partiti i messaggi per sondare la disponibilità degli altri genitori, poi si è pensato alla destinazione, infine è stata predisposta l'organizzazione dell'intera giornata che si è svolta ieri, domenica 7 aprile. Ma occhio a pensare a una semplice gita fuori porta tra famiglie! I genitori, infatti, non solo hanno prenotato una corriera, ma hanno coinvolto anche gli insegnanti per rendere la giornata ancora più completa. Ad andare a Jesolo per la mostra della Fabbrica della scienza e per la visita al Tropicarium, sono stati così in 51 tra bimbi, genitori e due insegnanti. A renderla una vera e propria gita alternativa è stato il fatto che, durante le visite, i bambini sono rimasti comunque sempre con i docenti mentre i familiari si sono goduti le mostre per i fatti loro, condividendo questa bella esperienza. Dopo il pranzo e vista la giornata di sole, i 51 sono poi andati tutti in spiaggia per una passeggiata rientrando a Udine in serata.

L'epilogo

Ora è rimasta tanta voglia di ripetere l'esperienza, visto che l'occasione è servita non solo per visitare alcuni luoghi interessanti per i bimbi, ma anche per fare gruppo. La gita è infatti riuscita così bene che genitori e insegnanti stanno pensando già alla prossima meta da raggiungere tutti insieme. Un bell'esempio in un momento in cui andare mettere tutti d'accordo è sempre più difficile.

La replica dei rappresentanti

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Giornata no per i locali lignanesi, chiusi il Mr. Charlie e La Pagoda di Pineta

  • Ruba un'auto, sperona i carabinieri e poi cerca di rubargli la pistola, arrestato

Torna su
UdineToday è in caricamento