«L'infamia ti seppellirà», compare la scritta anti-migranti sui cancelli di Villa Mabulton

Il colorito linguaggio è diretto al proprietario Renzo Paravano, che sta avviando un piano per trasformare il centro in un luogo di accoglienza e di formazione professionale di giovani richiedenti asilo. L'iniziativa è ancora in fase di discussione

Villa Mabulton

Insulti e minacce contro il progetto di integrazione di minori non accompagnati di Vialla Mabulton a Chiasiellis.

Sulla staccionata esterna del parco che circonda il complesso alberghiero e sportivo, come riporta il Messaggero Veneto, visibile dalla strada, una scritta a caratteri cubitali: «Infame» e vicino il simbolo dei dollari. Basta questo a esprimere il concetto che chi fa accoglienza agli stranieri lo fa per business. Più oltre l’ingiuria viene ripetuta e rincarata con una minaccia: «L’infamia ti seppellirà».

Il colorito linguaggio è diretto al proprietario Renzo Paravano, che sta avviando un piano per trasformare il centro, che oltre ad albergo e ristorante comprende un campo pratica per il golf e una piscina all’aperto molto frequentata dalle famiglie d’estate, in un luogo di accoglienza e di formazione professionale di giovani richiedenti asilo, con modalità studiate per dare nuovo impulso alla struttura e al paese.

Il precedente

Non è la prima volta che la proposta viene presa di mira da chi di profughi non vuole sentire neppure parlare. Infatti pochi mesi fa poco distante dal cancello d’ingresso è comparso il cartello «Prima gli italiani», siglato Fn, ossia Forza nuova.

L'iniziativa, ancora in fase di discussione prevede 50 posti, con l’obiettivo di avviare gradualmente i giovani stranieri verso l’autonomia e l’inclusione nel tessuto sociale, nello stesso tempo dando al territorio e al paese occasioni di lavoro e sviluppo.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento