FOTONOTIZIA "Salvini muori", la scritta sui muri della sede leghista

Presa di mira lo storico stabile di Reana del Rojale, da sempre riferimento regionale per il Carroccio

"Salvini muori". Questo messaggio che ignoti, nella notte, hanno scritto sull'esterno della sede della Lega a Reana del Rojale contro il ministro degli Interni. La notizia è stata diffusa dall'assessore regionale Barbara Zilli sul suo account Facebook.

IMG_8107-2

Shaurli

"I Democratici, quelli veri, condannano senza riserve qualsiasi minaccia, intimidazione o offesa come strumento di confronto politico. L'atto compiuto contro la sede della Lega è un modo inaccettabile di esprimere concetti violenti". Lo afferma il segretario regionale del Pd Fvg Cristiano Shaurli, commentando l'imbrattamento. Per Shaurli "la politica, il confronto anche aspro, è e deve rimanere su un altro terreno, lontano dallo sfregio di cose e insulti a persone. Vale per tutti, per tutti quelli che condividono i principi democratici”. "La lotta di Liberazione e la sconfitta del fascismo - ha aggiunto Shaurli - ci hanno consegnato una Repubblica democratica e uno Stato di diritto. Abbiamo già provato nelle nostre sedi imbrattamenti e offese e quindi diamo piena solidarietà a chi, pur nella differenza di posizioni, svolge nell’alveo democratico la propria attività politica".

Potrebbe interessarti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Le piscine a Udine e dintorni: dove andare per rinfrescarsi in acqua

  • Box doccia: tutti i rimedi e le soluzioni per pulirlo

  • Malga Montasio: tutto quello che c'è da sapere

I più letti della settimana

  • Sesso nudi in strada davanti a tutti in pieno giorno a Lignano, denunciati due giovani

  • Scossa di terremoto in Friuli

  • Anche due pizzerie udinesi nella classifica di 50 Top Pizza

  • Violenza sessuale su una bambina di 9 anni in un locale del Cividalese

  • Una mail ha distrutto le speranze di Gianpiero, "stadio del cancro troppo avanzato"

  • Mette in vendita la sua auto e si ritrova con 10mila euro in meno in tasca

Torna su
UdineToday è in caricamento